Terrorismo, il rischio attentati non ferma gli eventi

Tutte le manifestazioni sul territorio sono confermate: non si esclude di posizionare barriere anti intrusione

REGGIO EMILIA – Guardia piu’ alta contro il terrorismo, ma nessuna interruzione delle manifestazioni. Sono tutti confermati in provincia di Reggio Emilia gli eventi di fine estate previsti sul territorio, che richiedono un maggiore presidio di sicurezza per il grande afflusso di persone richiamato. E’ il primo dato emerso dalla riunione di questa mattina in prefettura del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, in cui il prefetto Maria Forte ha incontrato i sindaci reggiani.

Lunghissimo l’elenco delle manifestazioni organizzate nei comuni (solo a Castelnovo Monti ce ne sono 5) per le quali le misure da adottare verranno decise “caso per caso”. Come per le iniziative che si svolgeranno nel Comune capoluogo – discusse in un incontro mercoledi’ scorso – uno degli aspetti su cui ci si concentrera’ maggiormente e’ pero’ quello del controllo delle vie d’accesso, in cui non si esclude di posizionare barriere anti intrusione (fioriere, “new jersey” o mezzi parcheggiati).

L’indicazione operativa data ai primi cittadini e’ invece quella di “comunicare tempestivamente” le manifestazione che si intendono realizzare, le cui misure di sicurezza saranno al vaglio di tavoli tecnici convocati a seconda delle competenze in Questura, Prefettura e nelle commissioni comunali o provinciali.

“Non c’e’ una specifica circostanza di allarmismo, ma si tratta di una rinnovata attenzione per migliorare la sicurezza. Noi gia’ da molti mesi stiamo lavorando per alzare l’asticella tenendo conto che gia’ il nostro ordinamento prevede degli strumenti per lo svolgimento di eventi in luoghi pubblici che prevedono misure molte stringenti”, ribadisce il prefetto di Reggio Maria Forte. “Oggi abbiamo voluto condividere con gli amministratori locali un’attenzione piu’ alta e abbiamo sostanzialmente chiesto ai sindaci una comunicazione tempestiva degli eventi, tanto da poter valutare eventuali innalzamenti del livello”.

L’obiettivo, conclude Forte, “e’ quello di garantire una fruibilita’ tranquilla e serena delle piazze e il nostro lavoro e’ quella di garantirla al meglio, anche se non esiste un criterio generale per farlo perche’ ogni manifestazione ha caratteristiche differenti”. Il presidente della Provincia Giammaria Manghi esce soddisfatto da “un incontro costruttivo per tutelare quelle che sono occasioni di festa e svago, ma che rafforzarzano anche i legami e la socialita’ delle comunita’”.