Luca Chiarabini, sabato l’ultimo viaggio a casa

Il giovane artigiano di Casina è deceduto per cause naturali. Le autorità di Formentera hanno dato il via libera al rimpatrio della salma

CASINA (Reggio Emilia) – E’ deceduto per cause naturali, e non c’è bisogno di svolgere alcuna autopsia. Così le autorità giudiziarie spagnole hanno dato il via libera al rimpatrio della salma di Luca Chiarabini,  27enne originario del Bocco di Casina morto lunedì sera a Formentera, il primo giorno di vacanza.

Il fratello Fabio era accorso nelle Balerari; sistemate le pratiche burocratiche, è rientrato in Italia per stare vicino ai genitori e predisporre i funerali. Molto probabilmente il corpo di Luca farà il suo ultimo viaggio verso l’Italia sabato; i funerali non sono ancora stati fissati.

Il ragazzo è morto sotto lo sguardo atterrito della fidanzata, con la quale conviveva a Reggio da pochi mesi. Si erano appena seduti al ristorante quando Luca ha avuto un malore. A nulla sono servite le tempestive manovre di rianimazione praticategli da un medico che era presnte nel locale.