Critiche Crepet a Reggio Children, opposizioni con psichiatra

Il M5S e Alleanza Civica: "Modello educativo non è un tabù inviolabile"

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Nella querelle tra il Comune di Reggio Emilia e Paolo Crepet su Reggio Children, le opposizioni in sala del Tricolore si schierano con lo psichiatra. Alleanza civica e Movimento 5 stelle sostengono il diritto di Crepet di avanzare critiche al modello educativo piu’ esportato nel mondo, rispedite invece seccamente al mittente dall’assessore comunale ad Educazione e conoscenza Raffaella Curioni e da Mdp.

In particolare sceglie l’ironia il consigliere M5s Norberto Vaccari, che su facebook commenta: “Primo caso di espulsione a Reggio Emilia. Lo psichiatra e sociologo Paolo Crepet e’ stato espulso da Reggio Emilia per avere commesso il reato di lesa maesta’”. Sulla stessa linea il consigliere civico Cesare Bellentani che afferma: “Non toccate certi tabu’: chi tocca muore”.

Bellentani si chiede inoltre se “al di la’ di riconoscimenti internazionali esistano dati su quanto sia stato determinante, ai fini dei risultati scolastici e universitari successivi, l’aver frequentato scuole per l’infanzia eccellenti come quelle comunali”. Per il civico, infine “e’ il momento di avviare una discussione seria e laica, che prescinda da prese di posizione aprioristiche, su qualcosa che oggi e’ forse sopravvalutata”.

Più informazioni su