Quantcast

Correggio, orefice accoltellato: arrestato anche il secondo rapinatore

Rapina aggravata l’accusa mossa a un 22enne dai carabinieri che l’hanno trovato e messo in carcere

CORREGGIO (Reggio Emilia) – E’ stato arrestato il complice del 28enne tunisino che il 10 giugno scorso aveva aggredito e ferito con un coltello il titolare di Arte Orafa, alla galleria Politeama in pieno centro a Correggio. Si tratta di un 22enne nato ad Acerra (Na), Marauane Ben Hicham Bouaziz.

Un’efferata rapina quella commessa il 10 giugno scorso all’interno dell’oreficeria Arte Orafa. L’orefice, che nella colluttazione aveva riportato una lieve ferita da taglio all’orecchio ed all’anulare e alcune escoriazioni da grafi, aveva subito descritto i due aggressori ai carabinieri che avevano subito rintracciato uno dei due rapinatori, il 28enne tunisino attualmente in carcere.

Il complice riuscito a fuggire non si è assicurato l’impunità: identificato dai carabinieri ieri è stato arrestato. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri il tunisino finito subito in carcere, Abdelkarim Slougui, con il pretesto di dover lucidare una catenina, era riuscito a farsi aprire la porta della gioielleria dove si trovava l’orefice.

Una volta all’interno lo aveva aggredito trascinandolo con violenza nel locale retrostante adibito a laboratorio ferendolo con un arma da taglio all’orecchio. Nel frattempo  Marauane Ben Hicham Bouaziz, arrestato ieri, entrato nell’oreficeria aveva rubato i gioielli. Un colpo da 25.000 euro quello dei due malviventi entrambi ora finiti in carcere.