Cerca incontri sessuali sul web, cade vittima di ricatto hard

Operaio 47enne finisce nella trappola di una coetanea parmigiana: "O pagi o dico che mi hai violentata"

CASTELNOVO MONTI (Reggio Emilia) – Sperava di trovare sul web l’amore o magari solo un incontro di sesso, ha così risposto ad un annuncio online. Ma si trattava di una trappola: la donna ha iniziato a ricattarlo, chiedendo denaro altrimenti lo avrebbe denunciato per stupro. L’uomo – un operaio di 47 anni di Castelnuovo Monti – ha avuto il buon senso di rivolgersi ai carabinieri i quali, dopo un’opportuna inchiesta, hanno denunciato la ricattatrice a luci rosse.

Così una 47enne parmigiana – che aveva preteso un versamento di 500 euro tramite postepay – è stata denunciata per  tentata estorsione alla Procura reggiana.

Il ricatto è iniziato quando l’operaio reggiano, rispondendo a un annuncio hot pubblicato su un sito internet di incontri sessuali, è entrato in contattato con la donna. Lei – senza nemmeno incontrare la vittima e nemmeno farci cybersex – rapidamente passata al suo diabolico piano: “Ho mi ricarichi la postepay di 500 euro o ti denuncio per avermi violentata”. Il piglio deciso della “signora” ha allarmato l’uomo che, con l’imbarazzo del caso, si è presentato ai carabinieri raccontando quanto accadutogli: “Ho effettivamente risposto ad un annuncio a sfondo sessuale, contattando telefonicamente l’inserzionista ma non l’ho mai incontrata”.
I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Castelnovo Monti hanno iniziato le indagini identificando poi l’inserzionista, a carico della quale sono stati acquisiti incontrovertibili elementi di responsabilità. I carabinieri stano ora cercando di verificare, attraverso i contatti avuti dalla donna con altri uomini, se ci siano state altre vittime che – vuoi per paura o per vergogna – non si sono rivolti alle autorità decidendo invece di pagare.