Via Cecati, degrado e abbandono a Legnolandia fotogallery

Il parco divertimenti comunale, vicino all'asilo Rodari, versa in uno stato pietoso. Rifugio di vagabondi dove un tempo si tenevano feste e campi estivi

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Il parco di Legnolandia di via Cecati, inaugurato nel 2010 dall’allora sindaco Graziano Delrio come, parole sue, “una proposta innovativa tra educazione, socialità e natura che arricchisce la città”, versa nel più completo degrado. La segnalazione ci arriva da un nostro lettore, Davide Curti.

Le foto che potete vedere, in effetti, mostrano un’area completamente degradata in cui, probabilmente, bivaccano anche dei vagabondi. Il confronto fra prima e dopo è impietoso. Il parco Legnolandia, di cui si trova traccia ancora nella pagina web Comune (sembra che sia ancora aperto sul sito comunale, ma in realtà è chiuso da due anni, ndr) era dedicato al legno e sorgeva nell’area della ex serra comunale in via Cecati nei pressi del nido d’infanzia comunale Rodari.

Era nato da una convenzione tra il Comune di Reggio Emilia proprietario dell’area e Coperativa sociale Bottega del Lavoro che aveva ricevuto l’area in comodato fino al 2015. Al suo interno si potevano fare numerose attività diverse parco giochi divertimento, campi estivi, feste di compleanno, giornate a tema e serate in musica e spettacolo. Da due anni la struttura è ritornata al Comune dato che non si è raggiunto un accordo fra l’ente e chi lo gestiva. Da allora nessuno ci fa più nulla, né feste, né campi estivi.

O meglio, qualcuno ci fa ancora qualcosa dato che ci sono tracce di passaggio di persone con birre e giacigli come se qualcuno ci dormisse. Anche in considerazione del fatto che, vicino, c’è l’asilo Rodari non è certo un bello spettacolo.

 

Più informazioni su