Tangenziale, causa incidente e fugge: rintracciato e denunciato

Un reggiano di 65 anni che ora rischia una sospensione che va da minimo di un anno e mezzo fino ad un massimo di cinque anni

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Poco dopo le 4 di di stamattina, una Seat Ibizia e un furgoncino sono rimasti coinvolti in un sinistro all’altezza del chilometro sei della corsia nord della tangenziale Nord di Reggio Emilia (Statale 722).  Ad avere la peggio il conducente dell’auto che, dopo l’urto, ha perso il controllo del mezzo: la vettura si è capovolta ed è finita sulla corsia di emergenza.

Una scena da brivido, a cui hanno assistito, attoniti, alcuni automobilisti, ma che non ha fermato il conducente del furgoncino. L’uomo alla guida, infatti, ha cercato di far perdere le proprie tracce proseguendo la corsa verso Parma. Ferite lievi per il ventisettenne sassolese alla guida della Seat che, trasportato al pronto soccorso dell’Arcispedale Santa Maria Nuova, è stato dimesso con sette giorni di prognosi. Immediatamente è scattata la caccia al mezzo in fuga messa in campo dalla Polizia municipale di Reggio Emilia.

Le informazioni raccolte dai testimoni e i detriti disseminati sulla strada hanno permesso agli agenti, giunti sul posto per i rilievi di legge, di avere un’idea precisa del mezzo, un autocarro frigo con l’insegna di una nota marca di salumi. La rapidità con cui la centrale operativa del Comando di via Brigata Reggio ha divulgato la ricerca ha permesso una repentina soluzione della vicenda. Nemmeno un’ora dopo, infatti, una gazzella dei carabinieri della stazione di Sant’ilario ha intercettato l’autocarro a Calerno.

Il mezzo è stato poi scortato all’interno del comando di Polizia municipale e il conducente, un reggiano di 65 anni, è stato denunciato per omissione di soccorso e fuga dal luogo dell’incidente. L’uomo, a cui è stata ritirata immediatamente la patente, rischia ora una sospensione che va da minimo di un anno e mezzo fino ad un massimo di cinque anni.

Più informazioni su