Il premio di Telefono Azzurro a Vanna Iori

La deputata reggiana Pd premiata per il continuo impegno in favore dei diritti dei minori, la genitorialità, la lotta alla violenza minorile, il bullismo e la pedofilia

REGGIO EMILIA –  La deputata reggiana del Partito Democratico Vanna Iori ha ricevuto il Premio Azzurro per il continuo impegno in favore dei diritti dei bambini e degli adolescenti. Un riconoscimento giunto proprio in occasione dei trent’anni della nascita della Fondazione Telefono Azzurro, celebrati presso la sala Sordi a Roma.

Il presidente di Telefono Azzurro Enzo Caffo ha sottolineato la grande attenzione, sensibilità e impegno della deputata reggiana nel combattere i vari aspetti della violenza minorile, del bullismo e cyberbullimo, della genitorialità.

Vanna Iori è infatti membro della commissione Bicamerale infanzia e adolescenza ed autrice del piano nazionale Infanzia che detta le linee guida per il governo in tema di politiche minorili. Inoltre è intervenuta in aula più volte sui temi dei minori dell’adolescenza e ha depositato numerose proposte di legge, mozioni e interrogazioni sui temi della violenza assistita, delle mutilazioni genitali femminili, della genitorialità in carcere, della pedofilia e della pedopornografia online.

Iori, inoltre, è autrice di una legge già approvata alla Camera che ha per oggetto la qualificazione delle figure professionali che con i minori lavorano quotidianamente: gli educatori, che attendono di vedersi riconosciuta una dignità professionale e una formazione specifica per aumentare la qualità dei servizi educativi all’infanzia. Il premio è stato motivato infine con l’attività di ricerca e i numerosi volumi pubblicati sui temi educativi e sociali nei tanti anni di docenza universitaria.

“Sono molto contenta e orgogliosa di aver ricevuto questo premio da una Fondazione così importante – ha commentato da deputata Democratica – spero di poter continuare ancora la mia attività nei confronti dei bambini e delle bambine e degli adolescenti che vivono situazioni di difficoltà”.
IL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE MATTARELLA: Agli auguri dei tanti amici di Telefono Azzurro, si è unito il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ha inviato il seguente messaggio: «In occasione del 30° anniversario dalla nascita della Fondazione desidero esprimere il mio apprezzamento per il lungo impegno profuso nella promozione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Telefono Azzurro è oggi tra i protagonisti del dibattito nazionale ed internazionale a difesa dei bambini e dei ragazzi. La prima linea di ascolto utilizzò un approccio innovativo che ha permesso negli anni di intercettare i disagi dei minori attraverso il telefono, strumento di facile accesso e per questo particolarmente efficace nel veicolare la voce dei ragazzi. Le molte attività che hanno seguito questa prima iniziativa, come il supporto nella ricerca dei minori scomparsi o l’aiuto dedicato all’infanzia nei casi di emergenza, si sono rilevate preziose nella gestione di situazioni drammatiche. La nostra società deve essere preparata a prevenire la violazione dei diritti dei minori, solo così è possibile assicurare alle persone l’opportunità di crescere e di formarsi serenamente. In questo compito è essenziale riuscire a mettere a fuoco le nuove forme di disagio e gli inediti strumenti di abuso, accanto alle forme di sostegno più idonee. I diversi fenomeni di bullismo, i molteplici pericoli che derivano dall’uso di internet e i rischi per la salute dei bambini legati alla disinformazione, sono nuovi terreni di impegno. Sono certo che, anche in tali campi, Telefono Azzurro saprà fornire un contributo importante».