Contromano in tangenziale, morto l’anziano

Si è spento dopo 5 giorni di agonia l'85enne che aveva provocato il frontale. Intanto la Municipale diffonde dettagli su uno schianto provocato da un altro anziano in via Cugini: era ubriaco al limite del coma etilico

REGGIO EMILIA – Si era immesso in auto contromano in tangenziale, provocando un incidente frontale con un’altra vettura che non era riuscita schivarlo. Dopo cinque giorni di agonia è spirato nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Santa Maria Nuova l’anziano che aveva provocato il sinistro. Si chiamava Giordano Dalcò, aveva 85 anni ed era residente a San Giacomo Po, nel mantovano.
Probabilmente confuso dallo svincolo di imbocco della tangenziale, non conoscendo bene le strade reggiane, con la sua Fiat Idea era entrato contromano muovendosi in direzione Parma. E dopo un breve tratto si era scontrato frontalmente con la Renault Capture, condotta da 40enne di Parma, medico, che fortunatamente aveva riportato solo lesioni lievi.

ANZIANO UBRIACO: Intanto emergono alcuni dettagli di un incidente senza feriti ma solo danni alle vetture che è stato provocato da un 68enne rumeno all’altezza dello svincolo di via Cugini, verso le 21.30 di sabato 8 luglio. Alla prova dell’etilometro – fanno sapere dal Comando della Polizia municipale – l’anziano ha fatto segnare il record negativo di 3,77 grammi al litro: una concentrazione di alcol nel sangue alla soglia del coma etilico. Circostanza che, tuttavia, non gli aveva impedito di mettersi al volante.

L’anziano nello svincolo di via Cugini non ha dato la precedenza ad una Fiat Punto diretta verso via Martiri di Cervarolo. I vigili sono arrivati sul posto e le condizioni psicofisiche del 68enne sono subito sembrate sospette. L’alcoltest a cui è stato sottoposto ha confermato i peggiori sospetti degli agenti, registrando alla prima prova un tasso di 3,77 grammi di alcol per litro di sangue. Il conducente è stato immediatamente denunciato all’autorità giudiziaria. Alla denuncia, sua carico, si sono aggiunti il ritiro della patente e il sequestro dell’auto, a fini di confisca.

CONTROLLI NEL WEEKEND: Per garantire la sicurezza sulle strade reggiane, gli agenti della Municipale hanno monitorato costantemente le principali arterie di scorrimento durante tutto lo scorso week end. Due patenti per guida in stato di ebbrezza sono state ritirate nella notte tra venerdì e sabato. Un 41enne, sorpreso nella serata di sabato alla guida di una Mercedes con targa bulgara e revisione contraffatta, è stato invece deferito all’autorità giudiziaria per esibizione di documento falso. Infine, una sanzione amministrativa di 5mila euro è toccata a un giovane 21enne fermato nella serata di ieri domenica 9 luglio, al volante di un’auto nonostante non avesse mai conseguito la patente.