Caldo tropicale, allarme “giallo” in tutta la pianura

Protezione civile e Arpae hanno diffuso una nuova allerta valida 24 ore per "temperature estreme"

REGGIO EMILIA – Allarme “giallo” anche per domani  – venerdì 7 luglio – nella pianura dell’Emilia-Romagna. Protezione civile e Arpa hanno diffuso una nuova allerta valida 24 ore per “temperature estreme”. Per tutta la giornata di domani si prevedono “temperature in lieve generale aumento con valori fino a 36 gradi sulle pianure emiliane”. Insomma un caldo afoso estremo.

Previste “condizioni di debole disagio bioclimatico nelle aree di pianura ad esclusione della fascia costiera; nei grandi centri urbani dell’entroterra si segnala la possibilità di disagio moderato per effetto di minime notturne su valori attorno a 22-24 gradi”.
Intanto, le alte temperature (sabato si potrebbe arrivare a 37 gradi nelle aree urbane della regione) stanno favorendo le concentrazioni di ozono, che ieri hanno fatto segnare valori ben oltre i limiti di legge in gran parte dell’Emilia-Romagna.
Il limite-obiettivo di 120 microgrammi per metro cubo sulle otto ore è stato superato da Forlì (130 microgrammi al parco della Resistenza) e a Piacenza (165 microgrammi al parco Montecucco). Anche Bologna fuori norma con i 145 microgrammi registrati ai Giardini Margherita. Oltre le soglie di legge in particolare l’Emilia, ma sono diverse le centraline che anche in Romagna hanno superato il bonus di 25 sforamenti l’anno: si va dalle 39 giornate fuorilegge di Mirandola alle 34 di Guastalla e Castellarano (Reggio Emilia), fino alle 30 di Cervia (Ravenna) e le 28 di Sogliano sul Rubicone (Forlì-Cesena).