Scontro nel Pd, De Lucia a Gazza: “Voi renziani volete il segretario”

Dopo le dichiarazioni del sindaco di Boretto e dell'assessore comunale di Reggio Daniele Marchi

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Nel Pd reggiano il barometro segna tempesta. Ad accendere la miccia e’ il consigliere comunale Dario De Lucia che, su Facebook, attacca i renziani per la riunione “riservata” organizzata ieri sul risultato delle elezioni amministrative. Ma soprattutto per la richiesta, avanzata dal sindaco di Boretto Massimo Gazza e dall’assessore Daniele Marchi (in un’intervista al quotidiano ‘La Voce’), di un cambio di vertice della segreteria provinciale del partito, guidata da Andrea Costa.

“I renziani reggiani aprono la fase congressuale e mandano avanti i loro cavalli e cavallini. Hanno capito tutto dalla recente sconfitta alle amministrative”, scrive De Lucia, a cui risponde subito Gazza: “Preciso che i renziani non aprono nessuna fase congressuale”.

Il consigliere comunale pero’, insiste: “Tu e Marchi; tu dovresti fare il sindaco e lui l’assessore: sul giornale avete chiesto piu’ posti e non avete scritto un solo punto politico, vi state muovendo come una banda che cerca il potere per il potere. Chiaro che potete andare sul giornale e scrivere quel che volete ma cosi’ sembrate un mero comitato in cerca di posti e non una corrente politica che fa elaborazione politica”.

Gazza, a questo punto, corregge il tiro: “Pensare che in una futura segreteria provinciale i renziani debbano essere protagonisti: dove sta il problema?”, anche se poi ribadisce: “I renziani non aprono fasi congressuali, non chiedono posti e non intendono marginalizzare Costa. Passo e chiudo. Il resto sono illazioni e chiacchiere”. La questione potrebbe risolversi in un dibattito pubblico: “Festa de l’Unita’ o biblioteca-libreria?”, propone De Lucia, “Dove vuoi”, replica Gazza.

Più informazioni su