Operazione antidroga ai Giardini Pubblici del Valli

Un ragazzo fermato per marijuana e 12 persone controllate con l'impiego del cane antidroga Victor. Ecco il bilancio di due giorni di controlli condotti dalla Polizia municipale in centro città

REGGIO EMILIA – Un ragazzo fermato con oltre 40 grammi di marijuana nelle tasche dei bermuda e 12 persone controllate, con l’impiego del cane antidroga Victor. Questo il primo bilancio di due giorni di controlli condotti dalla Polizia municipale di Reggio nel centro storico.

Ieri, venerdì 9 giugno, e lo scorso mercoledì 7 giugno, gli agenti in borghese del Nucleo antidroga, insieme con l’Unità cinofila della municipale Matildica-Val Tassobbio, hanno passato al setaccio alcuni punti caldi della movida reggiana, da via Emilia San Pietro al Parco del popolo.
Durante il blitz dello scorso mercoledì 7 giugno, gli agenti hanno denunciato F.A. diciannovenne, fermato nel parco con oltre 40 grammi di marijuana nelle tasche dei bermuda.
L’operazione, è scattata poco dopo le 17, quando il cane dell’Unità cinofila, condotto dall’ispettore capo Corrado Bernardi e dagli agenti in borghese del Nucleo antidroga reggiano, hanno battuto palmo a palmo l’area del Parco del popolo.

E ancora una volta il  fiuto di Victor non ha deluso le aspettative, tra il teatro Municipale Valli e via Spallanzani il poliziotto a quattro zampe ha cominciato ad abbaiare all’indirizzo di alcuni ragazzi seduti sul muretto che delimita il parco.
Il movimento repentino di uno di loro, che ha cercato di nascondere uno spinello nel palmo della mano, non è sfuggito agli agenti e ha subito confermato la ‘segnalazione’ di Victor. Il giovane, fermato dagli uomini del Comando di via Brigata Reggio ha subito collaborato, svuotando le tasche dei bermuda e consegnando agli agenti due sacchetti di plastica con oltre 40 grammi di marijuana, un bilancino di precisione e 55 euro.

Accompagnato al Comando per gli accertamenti di legge, il ragazzo è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Durante il secondo controllo, effettuato nel pomeriggio di ieri, gli agenti hanno verificato i documenti di 12 persone all’interno del parco: un ventiduenne di origini ghanesi, trovato in possesso di uno ‘spinello’, è stato segnalato quale assuntore di sostanze stupefacenti.
Questi interventi sono solo il primo step di una serie di azioni pianificate dalla Polizia municipale per tutelare la convivenza civile e prevenire e contrastare forme di degrado e smercio di stupefacenti, che potrebbero svilupparsi soprattutto durante la bella stagione quanto il centro storico è più che mai luogo di ritrovo e svago.