Migranti, Alleanza civica sfilerà con i comitati

La Rubertelli: "Non contestiamo accoglienza, ma opacità del Comune"

REGGIO EMILIA – In strada con i cittadini non contro l’accoglienza dei migranti, ma la mancanza di trasparenza del Comune sul tema. Cosi’ la consigliera comunale di Reggio Emilia, Cinzia Rubertelli, motiva la decisione del gruppo di Alleanza civica di aderire alla fiaccolata promossa da sette comitati di residenti dei quartieri, fissata la sera del 12 giugno di fronte al muncipio.

“Sgombriamo il campo da dubbi. I soliti noti vogliono etichettare questa manifestazione come anti-migranti. Non e’ cosi’. Secondo noi il fulcro e’ la trasparenza”, puntualizza Rubertelli. Chiedendosi poi “perche’ il Comune non ha ancora convocato la commissione richiesta il 2 maggio sul tema ‘servizi erogati per l’accoglienza dei richiedenti asilo a fronte dei fondi pubblici ricevuti per gestire i servizi'” o per quale motivo l’amministrazione “non risponde ai comitati che da tempo chiedono chiarezza sui numeri”.

Nell’ultima commissione sui cittadini stranieri, evidenzia poi Rubertelli, “l’assessore alla citta’ internazionale Serena Foracchia e’ genericamente intervenuta alcune settimane fa senza alcun dato strutturato e senza alcun documento ufficiale che attesti la realta’ circa la presenzadi stranieri in citta’. La verita’ e’ che non conosciamo numeri certi”. Almeno una cosa e’ pero’ certa: “Il tetto previsto di circa 400 rifugiati non e’ stato rispettato e ne abbiamo a oggi 1.095, senza neppure essere preparati all’ evento e senza condividerlo con la cittadinanza”.

Insomma, conclude Rubertelli, “l’unico segnale cupo in citta’ e’ la coltre di nebbia creatasi tra chi chiede con diritto di avere risposte e chi (le Istituzioni), nelle segrete stanze, fa scelte non condivise e non vuole neppure assumersene le responsabilita’. È ora che il sindaco Vecchi, il vicesindaco Sassi e l’assessore Maramotti comprendano che i cittadini non restano piu’ incantati davanti ai loro proclami, ma chiedono chiedono trasparenza e verita’. E noi saremo con loro”.