La stagione di concerti della Fondazione I Teatri

Dopo 13 anni ritorna al teatro Valli Maurizio Pollini, affiancato nel cartellone da altri nomi come Yuja Wang, Arcadi Volodos e Alexander Melnikov

REGGIO EMILIA – Deutsche Kammerphilharmonie di Brema, Franz Liszt Chamber Orchestra, Chamber Orchestra of Europe, Orchestre Des Champs Elysées, Mahler Chamber Orchestra, Swedish Chamber Orchestra. Ecco alcune delle orchestre che calcheranno il palcoscenico del Teatro Municipale Valli la prossima Stagione dei Concerti, dirette da bacchette come Vladimir Jurovski, Francois-Xavier Roth, Thomas Dausgaard.

Non mancherà un nome che ha fatto la storia dell’interpretazione pianistica, Maurizio Pollini, di nuovo al Teatro Valli dopo 13 anni. Lo affiancano, nel cartellone, pianisti come Yuja Wang, Arcadi Volodos, Alexander Melnikov e solisti come il fortepianista Bertrand Chamayou, il violoncellista Jean Guihen Queyras e la violinista Isabelle Faust.

La stagione dei Concerti 2017-2018 della Fondazione I Teatri si sviluppa in gran parte intorno alla coppia Concerto / Sinfonia – due parole dalla storia articolata e gloriosa, antiche quanto il sorgere stesso della musica strumentale, che il programma coglie nell’epoca del loro splendore europeo e classico-romantico. Si alternano nei diversi concerti composizioni di Bach, Haydn, Beethoven, Mendelssohn, Schumann, Chopin e i programmi monografici dedicati a Mozart e a Brahms.

Concerto e Sinfonia hanno indicato nel corso del tempo fenomeni musicali in trasformazione, ma ciascuna di queste forme ha mantenuto il suo proprio elemento distintivo immutabile: un’idea, al contempo, di contrasto e di concordia solista/insieme nel Concerto; un’idea di suono potente, collettivo e coerentemente articolato nella Sinfonia.

Questo taglio è reso possibile dalla presenza nutrita in stagione di compagini orchestrali, quasi sempre affiancate da un solista. Si tratta di formazioni fra le più celebrate d’Europa.

Attorno a concerti e sinfonie si intrecciano prolungamenti e divagazioni: nella musica per quartetto d’archi (quasi un sinfonismo distillato nella più pura essenza) con il Quartetto Jerusalem alla sua prima volta a Reggio Emilia, per pianoforte e fiati (quasi concertismo in miniatura) con Pietro De Maria, Alessandro Carbonare, Francesco Di Rosa, Francesco Bossone e Guglielmo Pellarin, nel recital pianistico, per spingersi sino alla musica vocale, con il soprano Erika Miklosa.

Chiude la stagione un terzo concerto monografico con Les Talens Lyriques e Christophe Rousset, direttore e cembalo, dedicato, nel 350° della nascita, a François Couperin, le cui Sonate ci fanno risalire all’epoca in cui si determinarono i modi e le pratiche fondamentali del “suonare insieme” nella nostra civiltà.

“Suonare insieme” che è poi il nucleo etimologico di tutte queste parole: Concerto, Sinfonia, Sonata.

Primo appuntamento con i concerti venerdì 17 novembre. Nuovi abbonamenti dal 21 luglio online e dal 2 al 7 settembre in biglietteria. Vendita dei biglietti online da mercoledì 27 settembre e al botteghino da venerdì 6 ottobre. Sconti per gli Amici dei Teatri, per i giovani Under 28 e per gli iscritti all’Università di Modena e Reggio.