Quantcast

La cerimonia per commemorare i 203 anni dell’Arma

Si svolge lunedì 5 giugno al Teatro Cavallerizza a Reggio. Presenti le autorità civili e militari reggiane, le rappresentanze dei reparti, familiari e i carabinieri congedo

REGGIO EMILIA – La cerimonia per commemorare i 203 anni di vita della Benemerita si svolgerà all’interno del Teatro Cavallerizza di viale Antonio Allegri a Reggio Emilia. Una breve cerimonia, fortemente sentita per ciò che rappresenta, che vedrà la partecipazione delle principali Autorità civili e militari di Reggio e provincia, di rappresentanze di militari in forza ai vari reparti della provincia, dei rispettivi familiari e del personale dell’Arma in congedo.

Sarà schierata una compagnia di formazione costituita da un plotone in Grande Uniforme Speciale di Brigadieri, Appuntati e Carabinieri, un plotone misto composto da Marescialli comandanti di Stazione , Carabinieri di Quartiere, Carabinieri Sciatori, militari che hanno partecipato alle missioni all’estero, un plotone di Carabinieri Forestali in servizio al Gruppo di Reggio nonché una rappresentanza dell’Associazione Nazionale Carabinieri. Saranno schierati anche i labari delle associazioni combattentistiche e d’arma preceduti dal medagliere del nastro azzurro. Nello schieramento sarà inoltre presente il gonfalone del comune di Reggio Emilia decorato di medaglia d’orto al valor militare.

Dopo la resa degli onori al comandante provinciale dei Carabinieri, colonnello Antonino Buda, si darà lettura del messaggio del presidente della Repubblica Sergio Mattarella e dell’ordine del giorno del comandante generale dell’Arma, generale di corpo d’armata Tullio Del Sette.

Quindi il tradizionale discorso del comandante Buda, al quale spetterà, come ogni anno, il compito di tracciare l’attività istituzionale svolta dall’Arma, al termine del quale seguiranno le consegne delle attestazioni di merito per alcuni dei risultati operativi ritenuti più significatici conseguiti dai militari dell’Arma nel corso dell’anno.

Nel corso della cerimonia è prevista anche la tradizionale consegna delle Borse di studio, concesse dalla Fondazione Manodori ai figli di appartenenti all’Arma dei carabinieri i cui genitori prestino servizio nell’ambito del territorio del Comando provinciale di Reggio Emilia o ad orfani di appartenenti all’Arma dei Carabinieri che abbiano avuto l’ultima sede di servizio nello stesso territorio, che si sono maggiormente distinti nelle discipline scolastiche.

La cerimonia terminerà quindi con la lettura della Preghiera del Carabiniere ad opera di un militare del Comando Provinciale di Reggio Emilia.