Quantcast

Hopper e Wenders: giganti dell’arte a confronto

Domani alla Panizzi presentazione del libro "La città tra cinema e pittura. Gli spazi urbani tra Edward Hopper e Wim Wenders”, un confronto analitico tra il pittore statunitense e il regista tedesco

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Una mattinata dedicata alle arti e alla città, per presentare l’analisi comparata tra due grandi artisti del novecento e il loro rapporto con gli spazi urbani, tematica forte nella loro opera.
In occasione della rassegna “Domeniche in Panizzi”, domenica 11 giugno, alle 11.00, la Sala Reggio della Biblioteca Panizzi ospiterà Silva Marina Nironi, autrice del libro “La città tra cinema e pittura. Gli spazi urbani tra Edward Hopper e Wim  Wenders”, un confronto analitico tra il pittore statunitense e il più contemporaneo regista tedesco, le affinità e i contrasti nel loro uso dello spazio e nel significato che ad esso attribuiscono.
Durante l’incontro di domenica, la Nironi dialogherà della sua opera con il critico cinematografico Tullio Masoni.

Indiscutibilmente forti, i legami tra Hopper e Wenders sono stati sottolineati e tratteggiati da vari autori, eppure in questa tesi di laurea, che oggi è un saggio interessante e acuto, si scende ad una profondità che porta similitudini e reciprocità alle loro estreme conseguenze. Il punto di attenzione è soprattutto quello dello spazio urbano, spazio di transitorietà fisica ed esistenziale, spazio desolato che conduce ad una necessaria introspezione; nell’analisi di questo spazio, sembra impossibile tralasciare le conseguenze della relazione tra architettura e condizione umana, in particolare nella costruzione dei rapporti tra interno ed esterno: là dove l’arte di Hopper definisce personaggi immobili, fissi nella loro condizione, ma impercettibilmente scossi da sguardi rivolti al di là delle finestre, sguardi mossi dal desiderio di fuga, Wenders trasforma il disagio in un errare che è movimento, è viaggio di ricerca della propria identità.

La Biblioteca Panizzi è aperta tutte le domeniche mattina, dalle 10.00 alle 13.00, dal 22 gennaio al 18 giugno 2017 . Gli utenti possono utilizzare il servizio di prestito, la sala riviste, le sale di lettura e di studio con tante iniziative e proposte di lettura.
Il progetto Domeniche in Panizzi è possibile grazie al sostegno degli “Amici della Biblioteca”. L’ingresso è libero.

Più informazioni su