Ex supermercato Vivo, allarme della Cgil

La Filcams: "Slitta il passaggio di dieci lavoratori al nuovo gestore Carrefour"

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Allarme della Cgil di Reggio Emilia sulla situazione dei 10 lavoratori dell’ex supermercato “Vivo” di via Roma in centro storico. Dall’1 giugno i dipendenti sarebbero infatti dovuti “passare” all’azienda Diana Distribuzione (con il marchio “Carrefour”) che si era impegnata ad assumere tutto il personale gia’ operante nel negozio.

“La data di passaggio – spiega pero’ la la Filcams-Cgil di Reggio Emilia – e’ stata poi posticipata al 15 giugno ma per ragioni ancora non chiare e nonostante siano stati predisposti i verbali necessari al passaggio dei lavoratori, e’ slittata la firma dell’azienda entrante”. Inoltre “malgrado le ripetute richieste di spiegazione anche all’associazione Confcooperative di Reggio Emilia (consulenti dell’azienda acquirente)- non e’ stato fornito alcun chiarimento”, denuncia il sindacato. Oggi intanto il supermercato e’ chiuso ed i lavoratori sono a casa in attesa di sviluppi.

“Riteniamo la situazione estremamente grave e preoccupante: chiediamo che Diana Distribuzione confermi l’impegno assunto con i 10 lavoratori impiegati nel supermercato e chiediamo con forza anche alle istituzioni, in primis al Comune di Reggio Emilia (proprietario dell’immobile) e alla Provincia di Reggio di farsi parte attiva per ricercare soluzioni che consentano di preservare i posti di lavoro”, conclude la Cgil.

Più informazioni su