Bagnolo, ruba pistola a guardia giurata: arrestata

Secondo i carabinieri dietro il furto ci sarebbe un atto di rivalsa della ladra dato che l'uomo rifiutava con lei una relazione stabile

BAGNOLO (Reggio Emilia) – Una 50enne di Bagnolo è stata arrestata con l’accusa di aver rubato una pistola d’ordinanza a una guardia giurata dello stesso paese. L’uomo, un 50enne, si è accorto che dall’armadio mancava la pistola d’ordinanza e così ha chiamato i carabinieri per denunciare il furto che ai militari è sembrato, da subito piuttosto strano dato che non cerano segni di effrazione in casa e che anche l’armadio, dove era stata riposta in origine l’arma, era regolarmente chiuso.

E così, dopo aver saputo dallo stesso derubato che l’ultima ad entrare a casa era stata una sua “amica”, le attenzioni dei carabinieri si sono rivolte nei confrontid ella 50enne. Le conferme sono arrivate dalla perquisizione domiciliare che i militari hanno eseguito a casa della donna. Infatti, nascosta sulle tegole del tetto della mansarda facilmente raggiungibile dalla finestra del bagno, i carabinieri hanno trovato la pistola Beretta calibro 40 S & W rubata alla guardia giurata.

La donna è stata quindi condotta in caserma e arrestata per furto aggravato in abitazione e detenzione abusiva di armi. Secondo quanto è emerso, la 50enne avrebbe compiuto il furto della pistola in segno di rivalsa nei confronti dell’uomo “indeciso” ad avere con lei una relazione sentimentalmente stabile.