Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Vittoria oltre le previsioni per Macron: 65,5%

E' il più giovane inqulino dell'Eliseo di sempre. Le Pen ammette la sconfitta e annuncia che il Fronte Nazionale cambierà nome. La gioia degli europeisti

PARIGI (Francia) – Emmanuel Macron è stato eletto presidente della Repubblica; secondo alcune proiezioni avrebbe raccolto il  65,5% dei voti contro il 34,5% di Marine Le Pen, leader del Fronte Nazionale.

Un dato allarmante è quello dell’astensionismo, che ha raggiunto un record storico dal 1969 (oltre il 25%, secondo l’Express), e delle schede bianche (il 12%, dato mai registrato in precedenza).

Le prime dichiarazioni di Macron – che con i suoi 39 anni è il più giovane inquilino dell’Eliseo di sempre – sono state affidate a Twitter: “Oggi inizia una nuova era di speranza e fiducia per la Francia”; “Difenderò l’Europa, la comunanza di destini che si sono dati i nostri popoli”; “Ricostruirò il legame tra l’Europa e i popoli che la compongono, tra l’Europa e i suoi cittadini”. Ha poi fatto un discorso molto composto, più da ministro dell’economia che politico.
In serata ha poi festeggiato con i suoi sostenitori, parlando da un palco installato sulla “esplanade” presso il Louvre.

“Ho telefonato a Macron per congratularmi. Gli ho fatto gli auguri per le immense sfide che si troverà di fronte”: sono state le prime parole della Le Pen dopo aver appreso i risultati: “I francesi hanno scelto la continuità”. Secondo alcune analisi, l’estrema destra e molti elettori del Fn del primo turno non si sarebbero recati al voto. Il partito ha però raggiunto un risultato storico che “pone il fronte patriottico come prima forza d’opposizione”. Con 11 milioni di voti, si prepara ad affrontare le elezioni amministrative da una posizione di forza. Ammettendo la sconfitta, il Fn ha anche annunciato che cambierà il proprio nome.

Con il neo inquilino dell’Eliseo si sono immediatamente complimentati i leader di tutto il mondo. “Evviva #Macron Presidente. Una speranza si aggira per l’Europa”, scrive il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni.
Matteo Renzi ha twittato: “La vittoria di #Macron scrive una straordinaria pagina di speranza per la Francia e per l’Europa. #EnMarche! #incammino”

“Auguri di cuore a Emmanuel Macron. La sua vittoria è una vittoria per un’Europa unita”, ha twittato il portavoce di Angela Merkel, Steffen Seibert. Simile il messaggio del presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker: “Congratulazioni a Emmanuel Macron! Contento che i francesi abbiano scelto un avvenire europeo”, ora “insieme per un’Europa più forte e più giusta”. Il presidente dell’Europarlamento Antonio Tajani, inbvece, ha scritto “contiamo su una Francia che contribuisca a cambiare l’Unione per riavvicinarla ai cittadini!”. Anche Theresa May si è affrettata a felicitarsi con Macron.