Verso il Gay Pride: una settimana di eventi e incontri foto

Si discuterà dei temi Lgbti in relazione al mondo del lavoro, a disabilità e alle migrazioni. Previsti anche concerti, reading e aperitivi

REGGIO EMILIA – Una nuova settimana di eventi in attesa del REmilia Pride, il primo gay pride mediopadano in programma a Reggio sabato 3 giugno, prende il via domani, lunedì 22 maggio. Dopo il partecipato pranzo in compagnia della senatrice Monica Cirinnà e del regista e sceneggiatore  Ivan Cotroneo, domani nella Sala Rossa del Municipio di Reggio  (piazza Prampolini 1), alle 18, si svolge l’incontro “L’accoglienza dell’immigrazione Lgbti”.
L’iniziativa sarà l’occasione per fare il punto sulla difficilissima situazione dei richiedenti asilo omosessuali, transessuali o bisessuali in fuga da paesi in cui l’essere tali li pone a rischio di persecuzioni sociali, carcere (in 55 paesi) e pena di morte (in 7 paesi): nella sola Reggio si parla di circa un centinaio di persone. A fare il punto ci saranno tra gli altri il responsabile nazionale immigrazione di Arcigay Giorgio Dell’Amico e il presidente di Arcigay Gioconda Alberto Nicolini.

È invece dedicato al rapporto tra omosessualità e disabilità la tavola rotonda “Sono disabile. Sono gay. E Quindi?” di sabato 27 maggio alle 18, alla Polveriera di via Terrachini, promossa nell’ambito del progetto “Reggio Emilia città senza barriere”. L’iniziativa sarà ‘occasione per presentare i dati raccolti dalla sessuologa Daria Dolfini nell’“Indagine sessualità e disabilità” su affettività, sessualità e disabilità svolta da Fcr nell’ambito del progetto Reggio Emilia Città Senza Barriere alla fine del 2016 sul territorio provinciale reggiano.

Arte e cultura nell’appuntamento di domenica 28 maggio con il reading #lecosecambiano in collaborazione con il Centro teatrale europeo Etoile. Dalle 17 alle 19, al Borgo delle Querce di Reggio Emilia (via Fratelli Cervi) reading itinerante e aperitivo lambrusco e popcorn, con interventi di Rory Cappelli, giornalista di Repubblica e protagonista di una lunga battaglia per poter adottare una bambina insieme alla sua compagna, e Lorenzo, adolescente omosessuale che parlerà della sua esperienza personale, accompagnato dai genitori.

Infine, mercoledì 31 maggio ci sarà un incontro di approfondimento sul contrasto all’omo-trans negatività, in cui si parlerà degli effetti sul mondo del lavoro che avrà il Protocollo di intesa contro l’omo-transfobia e negatività. L’incontro è in programma dalle 18 alle 20 ai Chiostri della Ghiara (via Guasco 6): seguirà un concerto. L’ingresso è libero.