Tunisino arrestato per tentato omicidio e rapina

Per Escander Braa, 31 anni, è diventata definitiva la condanna per i fatti avvenuti in via Roma due anni fa. E' stato portato in carcere

REGGIO EMILIA – Un tunisino di 31 anni, Escander Braa, è finito in carcere per tentato omicidio e rapina dopo che è diventata definitiva la condanna nei suoi confronti relativamente a un episodio avvenuto in via Roma due anni fa.

L’uomo, infatti, deve scontare in carcere 4 anni e 10 mesi per un grave fatto di cronaca che lo aveva visto protagonista il 31 marzo 2015. Nella notte, il personale del 118, prima, e poi delle Volanti era intervenuto via Roma dove era riverso a terra un cittadino tunisino accoltellato all’addome.

La vittima era stata colpita con un fendente all’altezza del cuore (mancato per pochi millimetri) da un connazionale per rapina. Le indagini svolte dalla squadra mobile, coordinate dal sostituto procuratore Maria Rita Pantani, avevano permesso di risalire a Braa come autore della rapina e del tentato omicidio.

La condanna, ora, è divenuta definitiva e, quindi, il tunisino, che nel frattempo aveva lasciato il proprio domicilio nel centro di Reggio Emilia, è stato rintracciato ed arrestato dagli investigatori della squadra mobile.