Quantcast

Richiedenti asilo, gli otto Comuni che si devono adeguare

Baiso, Castellarano, Viano, Toano, Vetto, Sant’Ilario, Rio Saliceto e Rolo dovranno accogliere la quota di profughi prevista dal bando

REGGIO EMILIA – Ben otto Comuni della nostra provincia, nonostante le indicazioni della prefettura, non hanno ancora accolto nemmeno un richiedente asilo: Baiso, Castellarano, Viano, Toano, Vetto, Sant’Ilario, Rio Saliceto e Rolo. Tuttavia dovranno adeguarsi alle linee imposte dal bando della prefettura, che si è appena chiuso, per la concessione degli incarichi sulla gestione dell’accoglienza.

Un bando da oltre 46 milioni di euro che coprirà un anno e mezzo, fino a dicembre 2018. Il sindaco Vecchi nei giorni scorsi aveva detto: “Mi risulta che ci siano ancora otto Comuni reggiani che non ospitano alcun straniero: è giusto che si allineino ai parametri previsti dal Ministero”.

E così dovrà essere, perché nel nostro territorio si arriverà a 2.300 stranieri nel 2018, ovvero circa 600 in più di oggi. In questi giorni la prefettura ha già piazzato cinque container in un parcheggio a San Martino in Rio, altro Comune che fino a ieri non aveva ospitato migranti. Il bando recita chiaramente: 13 richiedenti asilo dovranno essere accolti a Baiso, 59 a Castellarano, 13 a Viano, 18 a Toano, 7 a Vetto, 44 a Sant’Ilario, 24 a Rio Saliceto e 15 a Rolo.