Reggionarra, gli appuntamenti di venerdì, sabato e domenica

Si parte con una serie di appuntamenti per adulti e bambini, tra torri e sotterranei, passando per piazze e gallerie

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Venerdì 12, sabato 13 e domenica 14 maggio Reggionarra 2017 si presenta “Sottosopra” (che è il tema di quest’anno della città delle storie) con una serie di appuntamenti per adulti e bambini, tra torri e sotterranei, passando per piazze e gallerie.

Venerdì 12 maggio
Reggionarra 2017 inaugura venerdì 12 maggio (ore 21) al Teatro Ariosto con Alessandro D’Avenia ne ‘L’arte di essere fragili’ spettacolo con la regìa di Gabriele Vacis, disegno illuminotecnico e sonoro di Roberto Tarasco. Alessandro D’Avenia è professore di Lettere in un liceo milanese, sceneggiatore e autore di libri bestseller (Bianca come il latte, rossa come il sangue; Cose che nessuno sa; Ciò che inferno non è, tutti Mondadori). La sua Narr-Azione, che sta portando in giro per l’Italia, riscuote un successo clamoroso ovunque, al punto che le prenotazoni dei biglietti (gratuiti) – gestite direttamente dallo staff di D’Avenia tramite il sito eventbrite.it – si esauriscono nel giro di pochissimi minuti. Così è accaduto anche per la data del 12 maggio quando, in un Teatro Ariosto tutto esaurito, D’Avenia porterà sul palcoscenico la storia di Leopardi e delle età della vita, che Leopardi seppe definire meglio di chiunque altro perché fu costretto a viverle più in fretta, più in profondità. Ogni tappa è un’arte da imparare: adolescenza o arte di sperare, maturità o arte di morire, riparazione o arte di essere fragili, morire o arte di rinascere. Tutto questo attraverso una Narr-Azione. Non si tratta di un monologo teatrale, di una parte recitata, ma di una parola che di volta in volta si nutre dei luoghi e degli incontri con le persone, diventando un racconto sempre nuovo, quante sono le serate.

D’Avenia prova a trasformare un teatro in una classe senza muri, a cielo aperto, perché chiunque partecipi, a qualsiasi età, accompagnato da parola, musica, immagini e lettura dei capolavori leopardiani, possa sperimentare che la notte dei desideri è ogni notte e che la letteratura salva la vita, solo quando siamo disposti ad ascoltarla davvero. In un’epoca in cui sembra che siano titolati a vivere solo i perfetti, questo messaggio è più che mai necessario.

Reggionarra, quest’anno dedicata al tema del Sottosopra, venerdì 12 conta altri importanti appuntamenti: ore 17, Arcispedale Santa Maria Nuova Ludoteca Reparto di Pediatria – riservato ai bimbi ospedalizzati – Rosaconfetto con Francesca Domenichella; musiche e produzione Compagnia della Casina dei Bimbi. Ore 18, Biblioteca Panizzi Prezzemolina sulla torre di e con Monica Morini; produzione Teatro dell’Orsa; musiche Gaetano Nenna. Ore 18.30 (replica 20.30) Teatro Municipale Valli, (ore 18.30 e ore 20.30) La Terra dei Lombrichi, spettacolo itinerante di Chiara Guidi. Ore 21, Spazio Culturale Orologio La Cenerentola di Rossini su racconto di Perrault. Narrazione con musica dal vivo, immagini e suggestioni a cura degli educatori dello spazio culturale.

Sabato 13 maggio
Ore 9.30-13.30 Biblioteca Santa Croce L’illustrazione come racconto. Guardare gli albi illustrati incontro con Walter Fochesato, esperto di letteratura per bambini e ragazzi e direttore della rivista Andersen.

Ore 10.30 Palazzo dei Musei Novellare. Narrazioni di storie nascoste nel museo dell’immaginazione a cura di Cooperativa Reggiana educatori, scuola secondaria di primo grado ‘A.Einstein’, Dipartimento Educazione Musei civici di Reggio Emilia in collaborazione con Liceo artistico Chierici e Liceo classico scientifico Ariosto-Spallanzani.

Piazza della Vittoria accoglie Didart La fabbrica delle Fantabici laboratorio di e con Michele Ferri: disegni, forme, colori, improbabili oggetti per inventare fantastiche biciclette da corsa; e poi Aspettando il Giro d’Italia a cura di Decathlon, corso di educazione stradale, gare di montaggio e smontaggio bici.

Sempre aspettando il Giro d’Italia, alla Galleria Parmeggiani (ore 17) ‘Gino Bartali – Eroe silenzioso’ a cura della Compagnia Luna e Gnac, per raccontare la vita di un campione, ma soprattutto di un uomo che ha scelto da che parte stare. Restando in centro storico (ore 17), alla Casa dei Burattini di Otello Sarzi Cip e Croc Fratelli Diversi Narrazioni per capire da dove si viene e dove si va, a cura di Reggio Emilia Città senza barriere, in collaborazione con Galline Volanti e Genitori Si Diventa Onlus. Traduzione nella lingua dei segni. Segue Alla ricerca del pezzo perduto, narrazioni per capire da dove si viene e dove si va.

Altro giro, altro sottosopra alla torre alla biblioteca Panizzi con Prezzemolina sulla torre (ore 18) di e con Monica Morini; produzione Teatro dell’Orsa; musiche Gaetano Nenna. Proseguono le visite guidate alla torre del Bordello, che hanno avuto tanto successo, al punto di avere esaurito le prenotazioni, così come i sotterranei del Teatro municipale Valli accolgono le repliche de La Terra dei Lombrichi, spettacolo itinerante di Chiara Guidi /Socìetas.

Reggionarra esce dal centro storico: in via Paradisi, zona Stazione ferroviaria, la scuola dell’infanzia ‘Elisa Lari’ (ore 16) risuonerà del concerto dedicato ai canti per l’infanzia della tradizione popolare toscoemiliana, con Fabio Bonvicini voce, organetto, percussioni, ciaramella, ocarine, flauti, fischietti; Gianluca Magnani voce, chitarre acustiche, chitarre classiche, percussioni, autori del libro Cd Albero bell’albero e altre storie, con le illustrazioni di Giuliano Della Casa. In piazzetta Domenica Secchi (ore 17.30) ClosciArt … ovvero l’Arte di vivere in strada con la Compagnia Eccentrici Dadarò.

Domenica 14 maggio
Anche domenica 14 maggio a Reggionarra proseguono le visite guidate alla torre del Bordello, che hanno avuto tanto successo, al punto di avere esaurito le prenotazioni, così come i sotterranei del Teatro Municipale Valli accolgono la repliche de La Terra dei Lombrichi, spettacolo itinerante di Chiara Guidi /Socìetas.

Alla Galleria Parmeggiani (ore 16.30 e 18.30) Europa Teatri, con Bernardino Bonzani, regia Ilaria Gerbella presenta L’acciarino magico, tra le più belle storie di Andersen, una fiaba iniziatica, un sorprendente SottoSopra. A villa Le Mimose (casina Lab) – ore 16.30 – Il trattore della nonna con Francesca Domenichella; musiche e produzione Compagnia della Casina dei Bimbi, mentre al Chiostro della Ghiara (ore 17) laboratorio di costruzione di strumenti etnici dal mondo di e con Franco Tanzi artista scenografo; alle 18 C’era una volta… ci sarà un giorno a cura di Fondazione Mondinsieme con Sinthujha Nagendram, Thenusha Jeyakumar (Associazione Giovani Tamil), Antonina Bota (Associazione dei volontari ucraini), Liridona Rexha, Elex Rexha (Lega immigrati albanesi “Shquiponja”), Badiane Birrame (Associazione Yakaar) e Gabriele Mammi, accompagnamento musicale all’arpa. Narrazioni in lingua originale e in italiano.

Ore 17 negozio L’Arca, via Toschi Cammin cammina con Giacomo Cappucci Casa delle storie, un giovane cantastorie capace d’incanti e di magie.

Alcuni appuntamenti sono già esauriti, è consigliabile sempre prenotare e seguire www.reggionarra.it e la pagina facebook di Reggionarra

Più informazioni su