Profughi, Comitati in rivolta contro nuovi arrivi

Lunedì 12 giugno una fiaccolata fin davanti al municipio

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – No all’accoglienza da parte del Comune di Reggio Emilia di ulteriori profughi, per evitare la formazione di “ghetti” nei quartieri. E’ la motivazione per cui otto comitati cittadini di Reggio Emilia (Ascoltare S.Croce, Reggio Est Sicura, di via Fabio Filzi, di Santo Stefano, di Gardenia, di via 4 Novembre, di via Emilia S.Pietro, Reggio Civitas) hanno deciso di unire le forze per una fiaccolata che alle 21 di lunedi’ 12 giugno partira’ da piazza Martiri del 7 luglio per giungere sino a piazza Prampolini di fronte alla sede del municipio.

“Lo scopo di questa manifestazione – spiegano gli organizzatori – riguarda il tema del numero massimo dei richiedenti asilo da accogliere. Infatti nella riunione della terza commissione consiliare (Servizi sociali, sanita’ e assistenza), che si e’ svolta lo scorso 27 aprile, l’assessore Serena Foracchia ha annunciato che a quel momento i richiedenti asilo, sempre nel Comune di Reggio Emilia, erano 1.095”.

Tuttavia, dicono i cittadini, “considerate le indicazioni statali in essere, che prevedono un’accoglienza massima di circa 500 richiedenti asilo, i sottoscritti comitati, con questa fiaccolata civica, chiedono al sindaco Luca Vecchi quali sono state le motivazioni che lo hanno indotto a concedere questo consistente aumento numerico (+120%) di cittadini stranieri”.

La manifestazione arriva al culmine di una serie di schermaglie sul tema della sicurezza urbana, su cui uno dei comitati aderenti aveva annunciato la ripresa di “ronde” nella zona della stazione. L’iniziativa era stata stoppata dal sindaco, mentre l’ipotesi avanzata dagli stessi residenti di inserire nella vigilanza anche dei profughi, aveva incontrato l’opposizione della Lega nord. Il Carroccio pero’ ha gia’ dato la sua adesione alla fiaccolata.

Più informazioni su