Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Nuovi voucher, sì dalla Commissione Bilancio

Le nuove regole per famiglie e imprese ottengono il via libera dai deputati. Mdp, M5S e Si hanno votato contro. Non hanno votato i tre della corrente Orlando

ROMA – Via libera della commissione Bilancio ai nuovi voucher per imprese e famiglie. L’emendamento alla Manovra di Bilancio approvato prevede l’introduzione di un libretto-famiglia per i lavori domestici, e contratto di prestazione occasionale per le piccole imprese. Ciascun lavoratore non potrà ricevere compensi superiori a 5mila euro e non più di 2.500 euro dal medesimo datore di lavoro. A sua volta, il datore di lavoro non potrà superare i 5mila euro.

Il nuovo contratto di prestazione occasionale potrà essere utilizzato da piccole imprese fino a 5 dipendenti (escluse le agricole), fatto salvo per pensionati, disoccupati e studenti. Escluse anche le imprese edilizie e quelle coinvolte in appalti di opere o servizi. Se si supera il limite dei cinquemila euro o di durata della prestazione pari a 280 ore nell’anno civile, scatta l’assunzione a tempo pieno e indeterminato.

Mdp, M5S e Si hanno votato contro l’emendamento riformulazione di quello presentato da Titti Di Salvo (Pd). Non hanno partecipato al voto i tre deputati del Pd della corrente Orlando: Susanna Cenni, Carlo Dell’Aringa e Antonio Misiani. A favore, oltre al Pd, si sono espressi Ap, Scelta Civica, Lega e Forza Italia. I voti favorevoli sono stati 19, i contrari 6 e nessun astenuto.