Quantcast

Gita scolastica, un altro autobus non a norma

Dopo il caso di una settimana fa, in cui una classe aveva dovuto rinunciare a partire, questa volta è toccato a una seconda elementare. Il mezzo controllato dalla Stradale non era sicuro: è stato sostituito

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – La polizia stradale questa mattina ha bloccato un mezzo, che stava portando due classi di studenti di una seconda elementare in gita. Mancavano alcune elementi per la sicurezza: fra questi l’estintore, l’inadeguatezza del materiale di pronto soccorso e l’inidoneità del seggiolino rispetto alla tipologia della persona che avrebbe dovuto trasportare. Verifiche analoghe avevano portato all’annullamento di una gita una settimana fa.

Altre violazioni sono emerse in seguito alle verifiche eseguite sui tempi di guida e di riposo da parte dell’autista giunto a bordo dell’autobus ed in procinto di partire con i piccoli studenti.

Viste le gravi irregolarità, gli agenti hanno preteso l’arrivo di un ulteriore veicolo idoneo al trasporto passeggeri che, una volta arrivato sul posto, è stato anch’esso controllato dai poliziotti in maniera approfondita. Ai bambini ed alle maestre, sono state fornite tutte quelle informazioni per un corretto viaggio in totale sicurezza.

Alla fine gli studenti della scuola, di seconda elementare, sono potuti salire e partire per la gita e, pur in ritardo rispetto alla programmata partenza, hanno potuto iniziare il viaggio con assoluta tranquillità. Il comando di Polizia Stradale, anche in virtù di quanto appurato, continuerà anche nei prossimi giorni ad effettuare tale tipologia di verifiche, finalizzando il proprio impegno per rendere maggiormente sicuri i viaggi di istruzione organizzati dagli Istituti scolastici della nostra provincia.

Più informazioni su