Budrio, occhio al contachilometri: ora c’è l’autovelox

Il rilevatore di velocità sarà attivo dal 1° giugno: un veicolo su quattro oggi supera i limiti con punte di 140 all'ora

Più informazioni su

CORREGGIO (Reggio Emilia) – Stanno per essere ultimati i lavori – comprendenti anche la necessaria segnaletica – per l’installazione di uno strumento di rilevazione del limite di velocità posizionato a Correggio, in frazione di Budrio, sulla Strada 468 – via Per Reggio – in corrispondenza del civico 47. Il dispositivo servirà a rilevare e regolare la velocità dei veicoli in un tratto che presenta diverse abitazioni a ridosso della sede stradale e dove il limite dei 70 km/h spesso non viene rispettato, causando un elevato tasso di incidenti.

Il rilevatore di velocità si attiverà in modo bidirezionale, sia per le auto provenienti da Correggio che per quelle che marciano in senso opposto e sarà attivo a partire dal prossimo 1 giugno. Le sanzioni saranno incassate dall’Unione Comuni Pianura Reggiana, ripartendo la cifra tra i Comuni che ne fanno parte.

“Si tratta di una scelta che abbiamo fatto per regolare la velocità in un tratto particolarmente pericoloso, sia per la vicinanza delle abitazioni che per la presenza di rettilinei che inducono a superare i limiti in modo molto pericoloso”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi.

“Dai dati in nostro possesso sono circa 1.000 ogni 4.000 i veicoli in transito che superano i limiti di velocità, fino a raggiungere punto di 140 km/h. Come amministrazione abbiamo appositamente scelto di lasciare un mese di tempo ai cittadini e agli automobilisti per abituarsi alla presenza del rilevatore di velocità, senza attivare immediatamente il regime sanzionatorio, proprio con l’obiettivo di informare la cittadinanza in modo adeguato e di educare ad una maggiore sensibilizzazione nei confronti del rispetto delle regole e della sicurezza stradale, per sé e per gli altri”.

Più informazioni su