Basket, Vanoli Cremona- Grissin Bon 101-91

Una prestazione incomprensibile e scarsa contro l'ultima in classifica. Reggio butta via il quarto posto. Sabato prossimo gara uno dei playoff: se la vedrà con Avellino

REGGIO EMILIA – Basket serie A. La Grissin Bon ha ceduto psicologicamente: solo così si spiega il risultato con cui rientra dal PalaRadi di Cremona, dove Vanoli – ultima in classifica, matematicamente retrocessa –  ha vinto 101-91. I Biancorossi chiudono con poco onore la regular season ed entrano dunque con il piede sbagliato nei playoff, sprecando la possibilità di mettere al sicuro il quarto posto: la sconfitta di Sassari e la vittoria di Trento collocano Reggio al sesto posto. E da qui dovrà affrontare Sidigas Avellino nel primo turno: gara uno sarà sabato prossimo, 13 maggio.

Un difesa debolissima, un attacco sgangherato, una prestazione complessiva scarsa: incomprensibile anche perché in campo, dopo il rientro di Cervi e di Strautins, c’erano personalità carismatiche e atleti di grande caratura (Aradori ha realizzato 16 punti, Della Valle 15, De Nicolao e Needham 10 a testa).

“Nelle ultime due trasferte abbiamo preso 200 punti – ha sottolineato il coach Max Menetti – . Durante il campionato c’è stata una mentalità altalenante; adesso i playoff mettono con le spalle al muro. Avevamo avvisato i ragazzi che Cremona (liberata psicologicamente dal peso della classifica) avrebbe voluto giocare una ultima bella partita davanti al suo pubblico, ma non abbiamo combattuto”. E ha ammesso che il grande difetto della squadra sono questi “black out” che si alternano a grandissime prestazioni atletiche.

 

IL TABELLINO
Vanoli Cremona – Grissin Bon Reggio Emilia 101-91

Parziali:20-24; 33-23; 18-24; 30-20
Vanoli Cremona: Johnson-Odom 14, Mian 19, Gaspardo 12, Harris 2, Carlino 2, Wojciechowski 7, Biligha 17, Turner 16, Thomas 6, Ibarra. Allenatore: Lepore.
Grissin Bon Reggio Emilia: Aradori 16, Needham 10, Polonara 8, Reynolds 10, Della Valle 12, De Nicolao 10, Strautins, Kaukenas 7, Cervi 8,Williams 7. Allenatore: Menetti.
Arbitri: Sabetta, Bartoli, Boninsegna.
Note: Biligha al 25′. Kaukenas al 32′.