Ubriachi al volante, raffica di patenti ritirate

Oltre 630 controlli, 6 patenti ritirate e 13 veicoli sospesi dalla circolazione

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Anche la polizia municipale della Bassa Reggiana ha partecipato all’azione di prevenzione delle stragi causate dall’abuso di sostanze alcoliche che ha visto impegnate tutte le forze di polizia della provincia. Ben 6 pattuglie del corpo unico hanno proceduto ad effettuare controlli a tappeto sulle strade della Bassa sottoponendo a pre-test più di 630 conducenti e ritirando sei patenti ad altrettanti automobilisti che si erano messi alla guida con tasso alcolemico superiore a quanto previsto dal codice.

Per 4 di essi si è trattato di una sanzione amministrativa che comporterà, oltre alla sospensione della patente, anche una sanzione di 532 euro e la decurtazione di 10 punti. Peggio è andata a un gualtierese e a un 52enne residente a Suzzara che hanno riportato una denuncia penale. La posizione del mantovano che guidava con un tasso alcolico tre volte superiore al consentito è particolarmente  complessa, per questo il veicolo gli è stato sequestrato in quanto, al termine delle procedure giudiziarie, dovrà essere confiscato.

Nel corso dello stesso servizio sono stati anche fermati una donna di 70 anni residente ad Albinea e un autotrasportatore moldavo, che sono risultati privi della patente di guida e due veicoli sprovvisti di certificato di assicurazione. Altri 6 veicoli sono poi stati sospesi dalla circolazione per mancanza dei requisiti di sicurezza.
Nelle maglie dei controlli è incappato anche un camper condotto da un nomade residente a Guastalla che conduceva il veicolo nonostante la patente di guida gli fosse stata revocata nel mese di ottobre 2016. L’uomo dovrà pagare una multa di 5mila euro mentre il veicolo è stato sottoposto al fermo per 3 mesi.

Risulta evidente che l’intensificarsi dei controlli continua a produrre effetti positivi: la percentuale dei casi positivi negli ultimi anni è infatti drasticamente ridotta (1% dei controllati) a fronte del 7/8% rilevata a livello nazionale.

Più informazioni su