Sequestrati 1200 pani di hascisc, arrestati due rumeni

Operazione dei carabinieri dei Comandi di Guastalla, Gonzaga e Carpi. Il valore complessivo dell’hashish intercettato supera i 2 milioni di euro

BASSA (Reggio Emilia) – Intercettato un tir condotto da due stranieri che trasportavano droga per un valore di 2 milioni di euro.

I carabinieri delle compagnie di Guastalla, Carpi (Mo), e Gonzaga (Mn), nel corso di un servizio straordinario di controllo del territorio effettuato tra le province di Modena, Reggio e Mantova, hanno tratto in arresto una coppia di rumeni – lui G.E.G., 32enne, lei I.M.T., 29enne – responsabili di detenzione ai fini di spaccio di 120 kg di hashish.

L’ingente quantitativo di sostanza stupefacente, confezionata in complessivi 1200 “pani” custoditi all’interno di 4 scatole, era occultata in un carico di polistirolo trasportato a bordo di un autoarticolato condotto dai due nelle strade della bassa modenese.

Giunti nel territorio di Novi di Modena, i due si sono imbattuti in un posto di blocco dei carabinieri, che insospettitisi per il particolare stato di agitazione dei due all’atto del controllo, hanno ispezionato il cassone dell’autocarro rinvenendo lo stupefacente. Il valore complessivo dell’ hascisc sottoposto a sequestro supera i 2 milioni di euro. La piazza di spaccio a cui era destinata la drona, hanno spiegato i carabinieri, era sicuramente di tipo sovraprovinciale.