Quantcast

Pieve, rapinò coetaneo minorenne: arrestato

Un 17enne, accusato di aver derubato un altro minorenne durante una partita di calcetto lo scorso 25 gennaio, si trova ora in affido a una comunità di recupero

REGGIO EMILIA – Un minorenne è stato arrestato dalla polizia con l’accusa di rapina aggravata nei confronti di un altro minorenne. La vicenda risale al 25 gennaio scorso, a Pieve, quando, al termine di una partita di calcetto tra amici, un minorenne è stato avvicinato e rapinato da due persone di poco più grandi di lui.

Magro il bottino, ma grande lo spavento per la vittima della rapina e per l’intera comunità che è solita lasciare i figli a giocare, da soli, in aree comuni. La squadra mobile oggi ha arrestato un minorenne accusato di quella rapina. Il lavoro degli investigatori reggiani, infatti, si era concentrato, da subito, su un gruppo di giovanissimi che, nell’estate del 2015, aveva messo a segno cinque rapine nei parchi cittadini in danno di altri coetanei.

Sono stati raccolti gravi indizi a carico un diciassettenne residente in città e il Gip del tribunale dei Minorenni di Bologna, sulla scorta degli elementi raccolti, ha emesso un provvedimento di affido in comunità per il giovane. Il minore, ora, intraprenderà un percorso che gli consentirà di comprendere la gravità della propria condotta e, soprattutto, di capire le conseguenze dei suoi comportamenti.