Il Silp-Cgil: “Pochi strumenti per lotta contro il crimine”

Il sindacato: "Denunciamo da tempo il forte disagio e l’impotenza causati dalla mancanza di strumenti idonei ed adeguati, utili a finalizzare in concreto il lavoro svolto dalle forze dell’ordine"

REGGIO EMILIA – “Sempre più di frequente la Polizia cerca di portare avanti una massiccia lotta contro la criminalità in situazioni di estrema difficoltà in cui donne e uomini della polizia di Stato, con professionalità e sacrificio, compiono corse sfrenate verso richieste d’aiuto, diventano orecchie ed occhi di cittadini onesti per farsi portatori di giustizia”.

Il Silp Cgil “esprime plauso, soddisfazione ed ammirazione per l’attività svolta dalla squadra mobile di Reggio Emilia che nei giorni scorsi ha portato all’intercettazione di individui che poche ore prima si erano resi autori dell’ennesimo furto ai danni di una famiglia. Negli ultimi tempi i successi investigativi delle squadra mobile di Reggio Emilia, diretti a sventare criminalità e spaccio, sono stati numerosi e proficui. Risultati che hanno portato ad effettuare numerosi arresti: concreta dimostrazione di un ufficio della questura che non abbassa la guardia e prosegue con una assidua attività di contrasto”.

Continua il Silp: “L’operato delle forze dell’ordine è però spesso messo a dura prova da un sistema che, invece di tutelare ed essere d’ausilio, svende e non da’ valore a quello che è giusto o dovrebbe essere ai sensi di legge. Il Silp Cgil denuncia da tempo il forte disagio e l’impotenza causati dalla mancanza di strumenti idonei ed adeguati, utili a finalizzare in concreto il lavoro svolto dalle forze dell’ordine. L’impegno costante della Polizia di Stato sta dimostrando continuamente che la presenza sul territorio si sente ed è incisiva”.

Conclude il sindacato: “Garantire la vivibilità e contribuire alla soppressione del crimine sono gli obiettivi che la Polizia reggiana sta cercando di assicurare con tutte le sue forze. Un impegno costante di cui tutti, anche il Silp CGIL, dobbiamo sentirci fieri”.