Quantcast

Cade dal tetto del capannone, operaio gravissimo foto

Infortunio a Gualtieri, operaio 31enne precipita da un'altezza di 9 metri

GUALTIERI (Reggio Emilia) – Grave infortunio sul lavoro a Gualtieri nella zona industriale dove si trova il centro commerciale “Ligabue”, lungo la Cispadana al civico 3. Un operaio è precipitato dal tetto di un capannone ed ora si trova ricoverato in condizioni giudicate gravissime al Maggiore di Parma.

La vittima è un 31enne di origini indiane che attorno all’ora di pranzo stava effettuando lavori di pulitura di pannelli solari sulla copertura di uno stabilimento (attualmente non in attività), insieme a due connazionali. Lo stabile si trova accanto al centro commerciale “Ligabue”; è della società “Beltrami”. Per cause ancora in corso di accertamento (pare che la copertura in materiale plastico di un lucernario su cui stava camminando abbia ceduto), l’uomo è precipitato al suolo da un’altezza di circa 9 metri; sarebbe stato imbragato ma si sarebbe sganciato dalla “linea vita”, una resistente fune che insieme ad altri dispositivi di ancoraggio trattiene come un “cordone ombelicale” chi esegue attività in altezza. Da capire anche perché si trovasse su un finestrone, che ovviamente è vietato calpestare. Probabilmente è stato vittima di una tragica distrazione che lo ha portato all’inosservanza delle norme per il lavoro in sicurezza.

Sul posto sono arrivate l’automedica con l’ambulanza inviate dalla centrale operativa del 118. Quindi, con l’eliambulanza, il giovane operaio è stato portato al Policlinico dove ora lotta tra la vita e la morte a causa delle numerose fratture riportate.

I tecnici della medicina del lavoro, intervenuti sul posto, dovranno capire perché nonostante, la presenza dei presidi di sicurezza, il lavoratore si sia messo in pericolo.