Quantcast

Autobus irregolare, stop alla gita scolastica

Appiedati dalla Stradale 47 bambini di una scuola media che dovevano andare a Torino. L'azienda non era autorizzata al trasporto pubblico passeggeri

REGGIO EMILIA – La polizia stradale, in attuazione al protocollo d’intesa con il provveditorato, sta continuando nell’opera di verifica degli autobus utilizzati dalle scuole reggiane per l’accompagnamento di studenti in uscite didattiche. Nel mese di aprile, sono decine e decine, le richieste di verifiche giunte alla Stradale da parte di tutti gli Istituti scolastici provinciali i quali, ottemperando a quanto previsto dal ministero dell’Istruzione, hanno richiesto un intervento prima dell’effettuazione dell’uscita didattica.

Gli agenti negli ultimi giorni sono stati impiegati in diversi controlli che hanno portato ad elevare diverse sanzioni di natura amministrativa ad altrettanti autobus. Il caso più grave si è verificato questa mattina quando i poliziotti sono stati costretti a bloccare una uscita didattica diretta a Torino con a bordo 47 bambini e 5 insegnanti accompagnatori. Verso le 6 gli agenti della stradale si sono presentati davanti a una scuola media di Reggio e, assieme ai ragazzi, hanno atteso l’arrivo dell’autobus che li avrebbe accompagnati in gita.

Giunto sul posto, il veicolo è stato controllato dai poliziotti sotto l’aspetto autorizzativo (licenze, permessi, assicurazioni, dichiarazioni lavorative, abilitazioni conducente), anche le dotazioni tecniche del mezzo (presenza sistemi di ritenuta, estintori ed uscite di emergenza, cassetta pronto soccorso, sistema frenante, sistema di illuminazione, ecc.) sono state oggetto di accurati controlli, da ultimo le verifiche sono state estese altresì anche alle condizioni psicofisiche del conducente (tasso alcolemico, periodo di riposo, ecc.).

Dai diversi controlli è emerso che l’azienda di trasporto non era in regola con il titolo autorizzativo obbligatorio per poter esercitare l’attività di noleggio con conducente e quindi autorizzata al trasporto pubblico passeggeri. Gli agenti della Stradale hanno sanzionato l’autista e gli hanno detto che il mezzo non poteva partire, vista la gravità di quanto riscontrato.

I poliziotti hanno ritirato la carta di circolazione, comunicando agli insegnanti che il viaggio doveva essere sospeso per la mancanza dell’idoneo titolo autorizzativo. Il comando Stradale, anche in virtù di quanto appurato, continuerà anche nei prossimi giorni ad effettuare tale tipologia di verifiche, finalizzando il proprio impegno per rendere più sicuri i viaggi di istruzione organizzati dagli Istituti scolastici della nostra provincia.