Arceto, spaccio in un casolare: sequestrato un chilo di droga

Arrestato un 32enne che aveva adibito la struttura in via per Casalgrande a laboratorio per spacciare: confiscata cocaina, marijuana e hascisc

SCANDIANO (Reggio Emilia) – Adibisce casolare in disuso, in via per Casalgrande ad Arceto, a laboratorio dello spaccio, 32enne arrestato dai carabinieri. Detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti l’accusa mossa all’intraprendente reggiano dai carabinieri di Scandiano che hanno sequestrato circa un chilo di droga e l’armamentario per lo spaccio.

L’uomo, Daniele Fantesini, non ha considerato che, dato che la struttura era disabitata, il via vai di persone non è passato inosservato ai carabinieri della Tenenza di Scandiano che, ieri sera, hanno fatto un blitz nel casolare scoprendolo che vi custodiva un chilo tra cocaina, marijuana ed hascisc nonché armamentario per lo spaccio tra cui un bilancino di precisione.

Il 32enne è stato arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio. Questa mattina comparirà davanti al tribunale di Reggio Emilia per rispondere delle accuse a lui contestate.