Rapine ad uffici assicurativi: arrestati tre calabresi

Sono accusati di concorso in rapina aggravata a un’agenzia modenese. Potrebbero essere i responsali di una ventina di colpi simili compiuti negli ultimi mesi tra la bassa reggiana, modenese e mantovana

REGGIO EMILIA – Tre calabresi residenti nella bassa reggiana sono stati arrestati ieri sera con l’accusa di essere gli autori della raffica di rapine compiute negli ultimi mesi all’indirizzo di agenzie assicurative ma anche di bar, tabaccherie, ristoranti e supermercati, del circondario della bassa reggiana, modenese e mantovana. L’operazione è stata condotta dai carabinieri delle stazione di Campagnola, Fabbrico e del nucleo operativo della compagnia di Guastalla con la collaborazione dei colleghi della compagnia di Carpi.

Colpi precisi, senza sbavature, messi a segno con estremo cinismo, che avevano seminato il terrore tra gli  assicuratori e commercianti nella bassa reggiana modenese e mantovana. In manette sono finiti il 33enne Antonino Neri originario di Melito Porto Salvo (RC), residente a Reggiolo (RE), il 20enne Salvatore Iacono e il fratello 19enne Cosimo Iacono, questi ultimi nativi di Cinquefrondi (RC) e residenti a Fabbrico.

I tre, che ora si trovano nel carcere di Reggio, sono stati trovati in possesso degli 800 euro che per importo e taglio delle banconote sono stati ricondotti a una rapina messa a segno a Novi di Modena e una serie di importanti elementi investigativi tra cui appunti che rimandano ad altre agenzie assicurative.

Tutto è iniziato ieri, poco prima delle 17,30, quando due malviventi, travisati ed armati di pistola, sono entrati nell’agenzia assicurativa Unipol Sai di Novi di Modena facendosi consegnare l’incasso pari a 800 euro per poi dileguarsi. Quindi l’allarme ai carabinieri Carpi con le ricerche che sono state estese anche nella provincia reggiana dove peraltro, proprio la stessa mattina a Reggiolo, era stata messa a segno una rapina in un’altra agenzia assicurativa sempre dell’Unipol Sai. Durante le ricerche, i carabinieri di Campagnola e Fabbrico notavano all’esterno di un bar tre soggetti sospetti che sono stati fermati e controllati e che sono risultati essere i rapinatori dell’agenzia assicurativa di Novi di Modena.

In particolare Antonino Neri e Salvatore Iacono sono stati gli autori materiali del colpo e il 19enne Cosimo Iacono il soggetto che ha curato il sopralluogo poco prima della rapina per poi svolgere le funzioni di palo. I militari pensano che il terzetto sia responsabile della serie numerosa di colpi compiuti da novembre ad oggi tra la bassa reggiana, modenese e mantovana. I carabinieri hanno infatti trovato in loro disponibilità appunti che rimandano ad altre agenzie assicurative e abbigliamento utilizzato per travisarsi.

Ecco l’elenco delle rapine compiute nella sola bassa reggiana dal 23 novembre 2016 al ieri ora sotto la lente d’ingrandimento dei carabinieri: 23/11/2016 a Novellara in un distributore benzina; 15/12/2016 a Santa Vittoria di Gualtieri in un supermercato; 17/12/2016 a Guastalla in due esercizi commerciali (un centro estetico e un bar); 28/12/2016 a Reggiolo presso un’agenzia assicurativa; 28/12/2016  a Rio Saliceto presso un supermercato; 02/01/2017 a Reggiolo presso un supermercato; 21/01/2017 a Reggiolo presso una tabaccheria; 24/01/2017 a Guastalla presso una tabaccheria; 06/02/2017 a Rolo presso un’agenzia assicurativa; 14/02/2017 a Campagnola Emilia presso un’agenzia assicurativa; 23/02/2017 a Rio Saliceto presso una farmacia; 03/03/2017 a Reggiolo presso un’agenzia assicurativa.