Picchia e manda in fin di vita la ex: arrestato

In manette un 32enne reggiano. La donna, una 27enne, inizialmente aveva negato di aver subito aggressione

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Portata al pronto soccorso del Maggiore di Parma un paio di settimane fa, dopo aver perso i sensi sul posto di lavoro, una 27enne ai carabinieri aveva fornito giustificazioni non convincenti, negando di aver subito violenze da parte dell’ex compagno. Le indagini hanno invece rivelato che era stata vittima di una feroce aggressione da parte dell’ex.

La donna è da allora in ospedale, stabile ma in gravi condizioni, ricoverata in prognosi riservata per contusioni ed ematomi multipli, ma soprattutto per una sincope da emorragia subdurale che ne determina il pericolo di vita.

Un’aggressione scaturita dal fatto che l’uomo voleva 20 euro per fare benzina. L’ex, un 32enne reggiano, è stato arrestato sulla base di un provvedimento cautelare in carcere richiesto dalla procura di Reggio (l’aggressione è avvenuta nel Reggiano, dove i due vivono) sulla base della indagini dei carabinieri e firmato dal Gip. È accusato di lesioni personali gravi, maltrattamenti in famiglia e tentata estorsione.

Più informazioni su