Quantcast

Gualtieri, profugo arrestato per spaccio

E' un 22enne nigeriano che spacciava in una casa messagli a disposizione dalla Dimora d'Abramo. E' stata la comunità a segnalare quello che accadeva agli agenti

GUALTIERI (Reggio Emilia) – Un profugo 22enne nigeriano è stato arrestato per spaccio dopo che si è scoperto che vendeva droga usando come base operativa l’abitazione messagli a disposizione dalla comunità che lo ospitava, la Dimora d’Abramo, a Gualtieri nella bassa reggiana. I carabinieri della stazione di Brescello, grazie alle segnalazioni giunte proprio dalla comunità, trovati i dovuti riscontri, lo hanno portato in carcere.

I militari ieri sera hanno fatto visita all’uomo che ha consegnato spontaneamente un involucro contenente una dose di marjuana sostenendo non avere ulteriori sostanze stupefacenti. La perquisizione dell’appartamento ha permesso di trovare nella camera del profugo una decina di involucri di plastica non ancora sigillati contenenti complessivamente un’ottantina di grammi di marijuana. Sono stati anche trovati alcuni grammi di hascisc in camera e nel garage.

Il giovane questa mattina è comparso davanti al tribunale e, dopo la convalida dell’arresto, è stato rimesso in libertà con l’applicazione del divieto di dimora nella provincia di Reggio Emilia.