Furti in cantine e garage, rumeno arrestato per l’ennesima volta

Ivan Burunsus, 29 anni, ha sulle spalle una sfilza di denunce e arresti, ma era ancora a piede libero. Ora il giudice lo ha messo in carcere

REGGIO EMILIA – Un rumeno di 29 anni, Ivan Burunsus, è stato arrestato dalla polizia, nella notte fra sabato e domenica in via Fontanelli, mentre stava fuggendo in bicicletta, dopo aver forzato due garage, con un bottino di due computer. Venerdì scorso gli agenti della questura lo avevano fermato all’interno delle cantine di via Melato con un piede di porco ed era stato denunciato.

Ivan Burunsus è già stato arrestato diverse volte per spaccate e furti: è indagato per un furto con spaccata avvenuto nel novembre scorso in una tabaccheria e sempre per un’altra spaccata in tabaccheria era stato arrestato nel marzo del
2016. Dall’inizio del 2017 è stato segnalato per cinque volte all’autorità giudiziaria per furti aggravati e anche per ricettazione. E’ finito nei guai pure per episodi di spaccio.

Nel novembre del 2016 aveva minacciato con un coltello i carabinieri che lo avevano colto in flagranza di furto. Nonostante questa sfilza di reati era ancora a piede libero.

Durante l’udienza di convalida, visti anche i suoi trascorsi, il giudice Luca Ramponi ha convalidato l’arresto e disposto la custodia cautelare in carcere per Ivan Burunsus.