Quantcast

Comune, Mussini: “Nel bilancio assente l’ambiente”

La senatrice: "Come si può in città invasa da smog? Male pure turismo e cultura"

REGGIO EMILIA – “E l’ambiente dov’e’?”. Lo domanda la senatrice Maria Mussini, vicepresidente al Senato del gruppo misto, commentando il capitolo investimenti del bilancio di previsione 2017 del Comune di Reggio Emilia, presentato ieri dal sindaco Luca Vecchi. “Reggio viene annoverata come citta’ piu’ inquinata in regione, che a propria volta si colloca in una delle aree piu’ inquinate d’Europa. Considerato l’importante stanziamento di risorse per il 2017 (oltre 50 milioni), mi sarei aspettata le misure contro l’inquinamento tra le prime voci di investimento, ma mi pare che non siano nemmeno menzionate”.

Mussini poi insiste: “Non possiamo limitarci ad attribuire il grave inquinamento dell’aria che respiriamo a cause di natura generale. A livello locale si puo’ e si deve agire, per esempio potenziando il trasporto pubblico e sostituendone i mezzi piu’ inquinanti con i veicoli elettrici, incentivando l’acquisto dei veicoli elettrici privati, ottimizzando il riscaldamento degli edifici”. Negativo pertanto il giudizio sulle misure prese di recente dall’amministrazione reggiana: “Le domeniche a piedi una tantum non servono a nulla se non si mettono le persone nelle condizioni di potere usufruire di un’adeguata rete di trasporto pubblico. Un sindaco che ha a cuore la salute dei propri cittadini e non il proprio tornaconto elettorale non ha paura a perseguire obiettivi ambiziosi”.

Per la senatrice, infine, ci sono nel bilancio altre due lacune: “Turismo e cultura, anche queste non menzionate nel piano di investimenti, a meno che non si ritengano inglobate nelle opere pubbliche. Grandi vetrine che rischiano di drenare attenzione e risorse rispetto ad altre iniziative certamente meno plateali ma piu’ urgenti, come una segnaletica e un’informazione adeguate e vere strategie di promozione”.