Castellarano, maestra al mattino e ladra al pomeriggio: arrestata

In manette una 50enne che ha rubato merce alla Upim nel centro commerciale Vittoria

CASTELLARANO (Reggio Emilia) – Una maestra 50enne di Castellarano è stata arrestata ieri pomeriggio dai carabinieri con l’accusa di furto aggravato e continuato. La donna, come ricostruito dai militari, al mattino andava a scuola per insegnare ai bambini l’italiano e, al pomeriggio, al centro commerciale per rubare vestiti. La signora questa mattina comparsa davanti al tribunale di Reggio dopo la convalida dell’arresto ed è stata scarcerata in attesa del processo.

Ieri pomeriggio una pattuglia dei carabinieri di Castellarano è intervenuta nell’Upim del centro commerciale Vittoria di Castellarano dato che il personale del negozio aveva fermato una donna che, all’uscita, aveva fatto azionare l’allarme dell’antitaccheggio. Dopo aver verificato che non vi erano anomalie ai sensori dell’allarme, la donna, vistasi scoperta, ha consegnato ai carabinieri una maglia da donna, una giacca in pelle e due canotte da intimo che aveva rubato togliendo dai capi di intimo l’etichetta antitaccheggio, senza accorgersi che era presente un secondo dispositivo.

Dentro la sua borsa i carabinieri hanno poi trovato e sequestrato un paio di forbici e un paio di tronchesi utilizzati dalla donna per staccare l’antitaccheggio. Nella macchina della cinquantenne i militari hanno trovato altri capi d’abbigliamento, rubati poco prima dallo stesso negozio e con le stesse modalità, dalla maestra. L’intera refurtiva, del valore di circa 200 euro, è stata recuperata e restituita, seppur danneggiata e pertanto invendibile, alla responsabile del negozio. La maestra è stata arrestata per furto.