Quantcast

Campegine, tamponamento in autostrada: due morti

Anche tre feriti in un incidente fra un'auto e un mezzo pesante sulla corsia Nord. Sono tutti di Cavriago. Il sindaco: "Un giorno triste per la nostra comunità"

CAMPEGINE (Reggio Emilia) – Due morti e tre feriti gravi in un incidente, dovuto a un tamponamento fra un’auto e un mezzo pesante, avvenuto stanotte, verso le 2, nel tratto tra Campegine e Parma sull’autostrada del Sole in corsia nord. Sul posto pattuglie della polizia Stradale, i vigili del fuoco, i soccorsi sanitari e meccanici, oltre a personale della direzione autostradale del tronco di Milano.

A quanto si apprende una Audi A8 è entrata in collisione con un mezzo pesante, ribaltandosi e andando a colpire l’Opel Zafira su cui viaggiavano le cinque persone.

Le vittime hanno 47 e 40 anni, i feriti tra i 47 e i 51: sono tutti di Cavriago. Illesi il conducente dell’Audi e quello del camion. I feriti sono ricoverati al Maggiore di Parma: due sono in Rianimazione, un terzo al maxillofacciale.

I cinque amici di Cavriago stavano rientrando da una cena a Piacenza. Sono Gianluca Manfredi, 48 anni, che abitava in via Pozzo Piola a Cavriago ed era contitolare, insieme a Filippo Copparosa, della ditta Comagreen che fa manutenzione del verde. Manfredi, che era sposato con Morena Colli, lascia la madre e il fratello Fabrizio.

L’altro deceduto è Germano Torri che abitava in via Arduini 3 assieme alla mamma Edda Dolci, al papà Guido e al fratello Bruno. Faceva il carpentiere ed era volontario nell’associazione calcistica di Cavriago.

A sinistra Gianluca Manfredi e a destra Germano Torri, le due vittime

A sinistra Gianluca Manfredi e a destra Germano Torri, le due vittime

I feriti sono i fratelli Simone Magnani, 46 anni, che è il più grave, il fratello Andrea 51 anni, che è ricoverato al maxillo facciale Parma e Filippo Copparosa, 47 anni, che è in rianimazione. Sono tutti all’ospedale Maggiore.

Il sindaco di Cavriago: “Un giorno triste per la nostra comunità”
Scrive il sindaco di Cavriago: “E’ un giorno triste per la nostra comunità. L’ennesimo incidente sulle strade che spezza delle giovani vite. I due purtroppo che sono morti, Gian Luca Manfredi e Germano Torri, erano molto conosciuti in paese. Gian Luca era un mio caro amico, eravamo nella stessa classe alle medie e compagni di banco allo “Zanelli”. Pochi giorni fa ci siamo visti in piazza con anche Germano e Filippo Copparosa anche lui coinvolto nell’incidente, mentre stavano svolgendo un lavoro di sistemazione di un giardino con la loro ditta. Così come molto conosciuti , fanno parte di una delle famiglie storiche di Cavriago, anche gli altri due coinvolti nell’incidente, Andrea e Simone Magnani, con cui ci conosciamo da una vita. Sono vicino alle famiglie anche a nome di tutta Cavriago, in particolare a quelle che oggi piangono chi non c’è più,  e spero possano arrivare buone notizie per i tre rimasti feriti”.