Arrestato a Milano lo spacciatore dei vip reggiani

E' un marocchino 38enne latitante, Mustapha Jammoua, sfuggito a un'operazione della squadra mobile di Reggio del 20 febbraio scorso

REGGIO EMILIA – Un marocchino 38enne latitante, Mustapha Jammoua, sfuggito a un’operazione della squadra mobile di Reggio del 20 febbraio scorso, è stato rintracciato e catturato a Milano, nei giorni scorsi in esecuzione di misura cautelare in carcere emessa dal G.I.P. di Modena.

Jammoua era latitante dal 20 scorso quando la polizia aveva dato esecuzione a Reggio Emilia, Modena e Milano, nell’ambito di un’articolata attività di indagine coordinata dalla Procura di Modena, a due arresti e, contestualmente, al sequestro di due auto intestate, fittiziamente, a terzi soggetti.

Secondo le indagini svolte dalla squadra nobile reggiana, il marocchino sarebbe un fornitore di cocaina “vip” con un grado di purezza elevattissimo (oltre il 90%) e, quindi, verosimilmente, proveniente direttamente dai paesi di produzione del Sud America. Il 21 ottobre 2015, a Modena, nel corso delle indagini, la squadra mobile reggiana aveva già arrestato Said Bouadili trovato in possesso di 500 grammi di cocaina appena acquistata dallo Jammoua. Il Bouadili era stato seguito perché ritenuto molto attivito nello smercio di rilevanti quantitativi di cocaina “vip” a Reggio.

L’operazione potrebbe avere colpito duramente il mercato reggiano cui era destinato lo stupefacente. La cocaina, infatti, visto l’alto grado purezza e qualità, aveva costi estremamente elevati ed era destinata ad un mercato di nicchia alternativo a quello della droga di “strada”.