S. Ilario, violenta rissa fra pakistani e indiani

La furibonda lite è nata in un kebab in via Roma gestito da uno dei fermati: i carabinieri hanno separato a fatica i due gruppi di stranieri che si stavano fronteggiando a colpi di sedie e tavolini

S. ILARIO (Reggio Emilia) – Due pachistani di 37 e 38 anni incensurati e due indiani di 34 e 27 anni, con vari precedenti, sono stati arrestati dopo una rissa avvenuta ieri sera, verso le 21, in via Roma a S. Ilario. A fare scattare la scintilla pare sia stata un’offesa, tra un indiano e il pakistano che gestisce il negozio di kebab, che ha fatto sì che i due gruppi delle rispettive nazionalità iniziassero a prendersi a botte.

I militari, chiamati sul posto da chi ha assistito alla rissa, hanno faticato non poco per sedare le due fazioni che si percuotevano violentemente non solo con calci e pugni, ma soprattutto con l’utilizzo di tavolini e sedie presi dal kebab dove è nata la lite. Il livello della violenza della rissa (tra l’altro due stranieri sono rimasti feriti)  è stato tale da attirare l’attenzione di molti curiosi che hanno fatto da “spettatori” a quanto stava accadendo, tra l’incredulità e lo sgomento generale.

Uno dei quattro partecipanti al litigio, alla vista dei carabinieri, si è scagliato contro i militari ed è stato bloccato a fatica. Un cittadino pakistano e un indiano, coinvolti nella rissa, sono poi stati medicati dai sanitari inviati sul posto dal 118. Questa mattina i protagonisti della lite sono comparsi davanti al tribunale di Reggio per rispondere delle accuse loro contestate.