Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Gaffe da Oscar, l’errore incredibile sul miglior film

L'annuncio sbagliato: "La La Land vince" e invece il premio è per Moonlight. Aperta inchiesta sul colpo di scena alla premiazione per una busta sbagliata consegnata a Warren Beatty

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Oscar 2017 con gaffe: a causa di una busta sbagliata consegnata a Warren Beatty, l’Oscar per il miglior film è stato assegnato a La La Land, ma in realtà era stato vinto da Moonlight. I produttori di La La Land avevano anche iniziato il discorso di ringraziamento, poi la clamorosa smentita.

C’erano due biglietti nella busta. E’ Berry Jenkins, il regista di Moonlight a spiegare cosa è successo alla fine della cerimonia degli Oscar quando La La Land è stato dato per vincente al posto di Moonlight. “Ho chiesto di vedere la busta non me l’hanno consegnata immediatamente. Quando ho avuto modo di leggere, ho visto che c’era chiaramente scritto Moonlight. Il fatto è che nella busta c’erano due biglietti”. Nell’altro biglietto c’era scritto “Emma Stone per La La Land”, era dunque una copia che annunciava la vittoria della Stone nella categoria migliore attrice protagonista e Warren Beatty ha letto quel biglietto, uscito per primo dalla busta. E’ per questo che alla lettura è seguito un lungo silenzio e uno sguardo interrogativo scambiato con Faye Dunaway.

Dopo quel momento di incertezza Beatty ha annunciato la vittoria di La La Land, sul palco sono saliti i produttori del musical che hanno iniziato il discorso, interrotto poi da Jenkins che ha mostrato il giusto biglietto, sul quale c’era chiaramente scritto della vittoria di Moonlight. “Ho pensato che stava succedendo qualcosa di strano, ma non capivo cosa, è per questo che ho voluto vedere il biglietto… devo però dire che il momento di crisi è stato superato con molta grazia”, ha detto poi Berry Jenkins in sala stampa.

Ma il pasticciaccio dell’annuncio del film sbagliato per l’Oscar del miglior film non è stata l’unica gaffe della serata. Un altro errore sta provocando un ulteriore mal di pancia agli organizzatori dell’89/a edizione degli Oscar. Nel segmento dedicato alla memoria degli artisti scomparsi la foto di una persona viva e vegeta è apparsa sotto il nome della costumista Janet Patterson. Jan Chapman, produttrice cinematografica australiana ora si dice “devastata” per aver scoperto la sua immagine sotto il nome della collega scomparsa nell’ottobre del 2015.

PriceWaterhouseCooper – la società che si occupa del conteggio dei voti agli Oscar – ha annunciato di aver aperto un’inchiesta su l’errore dell’annuncio del miglior film alla serata degli Oscar. “Ci scusiamo sinceramente con Moonlight e La La Land, Warren Beatty, Faye Dunaway e tutti i telespettatori per quanto accaduto durante l’annuncio del miglior film. I presentatori hanno ricevuto per errore la busta sbagliata, errore che è stato immediatamente corretto appena scoperto. Stiamo investigando su quanto è accaduto e siamo profondamente dispiaciuti che sia successo”.

La La Land di Damien Chazelle, porta comunque a casa sei statuette: poco meno della metà delle 14 nomination che potevano consegnarlo alla storia. Ma nella storia resterà comunque, per il clamoroso errore dell’annuncio della settima statuetta per la migliore regia, che invece era andata a Moonlight. Comunque il musical vince l’oscar come migliore regia, facendo entrare Chazelle nel guinness dei primati: con i suoi 32 anni è il più giovane regista a vedersi assegnato questo premio. Migliore attrice ad una commossa Emma Stone. Miglior fotografia, mislior sceneggiatura, miglior colonna sonora, miglior canzone originale.

Più informazioni su