Crisi Artoni, il M5S: “Sostenere reddito lavoratori”

Il consigliere regionale Sassi: "La Regione applichi il patto per il lavoro del 2015"

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Quali misure del patto per il lavoro sottoscritto nel 2015 dalla Regione sono attivabili per la crisi del gruppo reggiano Artoni Trasporti. È uno degli interrogativi posti dal consigliere regionale Gian Luca Sassi (M5s), che in un’interrogazione alla giunta sollecita l’ente di viale Aldo Moro “a svolgere un ruolo attivo nei tavoli relativi alla crisi Artoni, anche con forme di sostegno al reddito dei lavoratori coinvolti”.

Per Sassi “e’ indispensabile non perdere una risorsa imprenditoriale fondamentale per il territorio di tutta la regione” e “i numeri della crisi ma anche la strategicita’ del comparto interessato e le caratteristiche del gruppo coinvolto, richiedono anche uno sforzo congiunto delle parti sociali e del sistema imprenditoriale oltre che delle organizzazioni sindacali, anche per ricercare soluzioni tali da assicurare la continuita’ delle attivita’”.

Dopo la rottura delle trattative con il gruppo di Bolzano Fercam, che si era detto disponibile ad acquisire le attivita’ dell’azienda di Reggio Emilia, sono oggi a rischio circa 3.000 lavoratori, tra dipendenti diretti e dell’indotto. A fine mese e’ convocato sulla vertenza un tavolo al ministero dello Sviluppo economico.

Più informazioni su