Campagnola, torna da ex e sfonda porta: arrestato

Un 33enne che era già stato denunciato dopo offese, minacce e percosse

Più informazioni su

CAMPAGNOLA (Reggio Emilia) – Allontanato il giorno prima – dal giudice del Tribunale di Reggio Emilia – dalla casa familiare dopo essere stato denunciato per maltrattamenti, ha cercato di rientrare nell’appartamento dove vive l’ex compagna sfondando la porta. Protagonista della vicenda un 33enne disoccupato di Campagnola arrestato dai carabinieri con l’accusa di violazione di domicilio aggravata e danneggiamento.

L’uomo, fermato dai militari la scorsa sera, per mesi aveva offeso, percosso e minacciato di morte anche con un coltello la donna, una 40enne con cui conviveva da circa un anno e che era tornata a vivere da sola il 15 febbraio.

In manette con l’accusa di violazione di domicilio aggravata, danneggiamento e inosservanza del provvedimento cautelare di divieto di avvicinamento, l’uomo è comparso davanti al giudice: dopo la convalida dell’arresto è stato scarcerato con l’ulteriore misura cautelare dell’obbligo di presentazione ai carabinieri.

Più informazioni su