Tifo violento, giro di vite contro gli ultras della Curva Sud

Nove indagati per il danneggiamento del pullman del Venezia. Quattro Daspo per i chiodi al Mirabello. Niente trasferta per i tifosi a Santarcangelo e stop alla vendita di biglietti per il match casalingo contro il Modena

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Nove tifosi della Reggiana, tutti appartenenti alla curva Sud, sono stati indagati per lancio di materiale pericoloso e danneggiamento in seguito al lancio di sassi che, domenica scorsa, ha rotto i finestrini di un pullman dei tifosi del Venezia al termine della partita della squadra lagunare al Mapei Stadium contro i granata.

Le perquisizioni, locali e personali, sono state eseguite stamattina dal personale della Digos della questura di Reggio con la collaborazione del personale del reparto prevenzione crimine. Fra di loro tre hanno precedenti specifici e due di loro hanno già in atto un Daspo (Divieto di accesso alle manifestazioni sportive).

Cinque di loro erano già stati identificati subito dopo l’aggressione al pullman. La polizia ha sequestrato loro stamattina telefoni cellulari e computer e uno sfollagente metallico telescopico. Nei confronti di cinque di loro sono state avviate le procedure per il Daspo.

Sempre oggi sono stati disposti quattro provvedimenti Daspo per quattro ultras della curva Sud che sono stati denunciati dalla Digos per il danneggiamento delle serrature delle porte di ingresso del Mirabello e per aver sparso chiodi sul terreno di gioco prima della partita di calcio femminile Sassuolo-Vittorio Veneto dello scorso 6 novembre.

Questi fatti hanno avuto come conseguenza il rischio dello stop alla trasferta per i tifosi granata a Santarcangelo (deciderà in proposito il Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive) e il blocco della vendita dei biglietti in curva sud per il derby con il Modena. La partita contro i gialloblù si giocherà, per motivi di sicurezza alle 12.30 e non alle 18.30 come in programma. La curva sud, alla luce di questi precedenti, potrebbe essere chiusa.

Più informazioni su