Spaccio di cocaina, arrestato un marocchino

Abdellatif Sousi, 30 anni, una vecchia conoscenza della squadra mobile reggiana, è finito in manette nel basso mantovano

REGGIO EMILIA – Un marocchino di 30 anni, Abdellatif Sousi, è stato arrestato ieri a Poggio Rusco (Mantova) dalla squadra mobile di Mantova, mentre cedeva 3 dosi di cocaina ad un acquirente italiano. L’arrestato verrà giudicato, oggi, con rito per direttissima presso il Tribunale di Mantova.

La polizia ha anche perlustrato aree campestri dove, in precedenza, era stato notato attardarsi Soussi. La perlustrazione ha permesso di trovare quattro etti di hascisc nascosti nel terreno. Lo stupefacente è stato sequestato: sono in corso indagini per accertare se possa essere riconducibile all’arrestato.

Soussi è una vecchia conoscenza della squadra mobile di Reggio che non lo aveva mai perso d’occhio e aveva continuato monitorato i suoi spostamenti nella bassa reggiana e, in particolare, a Reggiolo.

La famiglia Soussi è conosciuta nell’ambito del traffico di droga: Abdellatif era stato arrestato nel 2015 dalla Polizia reggiana poiché sorpreso a trasportare e detenere 15 chilogrammi di hascisc. Poco dopo, a Modena, la Polizia di Reggio aveva arrestato il fratello di Abdellatif, Mohamed, che aveva 75 chili di hascisc in un garage nella periferia della città.

Dopo la scarcerazione, era giunta notizia agli investigatori della Squadra Mobile di Reggio Emilia che Abdellatif si fosse trasferito nel basso mantovano ed avesse intrapreso una nuova carriera: il pusher di cocaina.