Scandiano, blitz dei carabinieri contro i parcheggiatori abusivi

Importunano le persone che parcheggiano l'auto nei pressi del centro Futura, arrivando talvolta a impaurirle. Un arresto e una denuncia

SCANDIANO (Reggio Emilia) – Blitz dei carabinieri contro i parcheggiatori abusivi e molesti che continuavano ad importunare le persone che parcheggiavano l’auto nei pressi del centro Futura di Scandiano, arrivando talvolta a impaurire le persone: un arresto e una denuncia.

Sembrano improvvisati venditori ambulanti che appaiono nelle aree di parcheggio dei piccoli centri abitati facendo intendere di guadagnare qualche soldo piazzando fazzoletti di carta o profumi per auto, ma si trasformano spesso in parcheggiatori abusivi che pretendono, a volte anche in tono minaccioso, l’elemosina, spingendo le proprie vittime a sborsare il denaro per paura o per pietà.

E’ quello che accade anche a Scandiano, nei parcheggi dell’ospedale Magati e del centro commerciale Futura, tanto che i carabinieri della locale tenenza, grazie alle numerose segnalazioni dei cittadini, hanno effettuato alcuni controlli denunciando per molestie e disturbo alle persone un nigeriano 30enne domiciliato nel capoluogo reggiano.

Il 30enne, peraltro recidivo, nel febbraio dell’anno scorso era già stato allontanato dal comune di Scandiano con foglio di via obbligatorio per tre anni che ha violato, venendo per questo denunciato, per tornare nei parcheggi del paese e continuare a chiedere in maniera molesta l’elemosina. Inizialmente l’attività di pattugliamento intensificata dai carabinieri di Scandiano in queste aree non è servita a tanto: gli “ambulanti” infatti alla vista delle pattuglie si nascondono per poi riemergere continuando a portare avanti quello che avevano iniziato.

Per questo motivo i militari di scandianesi hanno deciso di attuare la linea dura per recidere il fenomeno. Anche in seguito delle diverse segnalazioni telefoniche giunte alla caserma di viale Repubblica i carabinieri di Scandiano hanno effettuato due blitz nei parcheggi del centro commerciale Futura e dell’ospedale. Nella zona c’è stato un fuggi fuggi generale e i militari sono riusciti a fermare un questuante molesto, ovvero il nigeriano che è stato poi denunciato.

L’attività, oltre che a riguardare i controlli nelle aree di parcheggio, ha visto i carabinieri presidiare anche la stazione ferroviaria in orario d’arrivo a Scandiano dei treni provenienti da Reggio Emilia e Sassuolo con il fine di fermare all’arrivo e far desistere i parcheggiatori abusivi che arrivano a Scandiano proprio in treno. Durante i controlli alla stazione ferroviaria i carabinieri hanno arrestato un 45enne cittadino marocchino domiciliato a Sassuolo per il reato di rientro illegale nel territorio dello stato italiano. Rimpatriato nel 2012 non poteva far rientro in Italia per 5 anni: provvedimento che ha violato finendo quindi in manette.